Close
Uffizi: come saltare la fila e altri consigli utili per la tua visita

Uffizi: come saltare la fila e altri consigli utili per la tua visita

Ecco una lista di consigli pratici per visitare le Gallerie degli Uffizi a Firenze.

La Galleria degli Uffizi fu progettata a metà del Cinquecento da Giorgio Vasari per ospitare le 13 più importanti magistrature fiorentine, dette uffici. Oggi ospita 90 sale museali che ospitano i dipinti più importanti e famosi della storia dell’arte: opere di Giotto, di Leonardo da Vinci, di MIchelangelo e di Botticelli, e numerosi dipinti dei pittori fiamminghi e olandesi sistemati in ordine cronologico per un vero e proprio viaggio nel tempo attraverso l’arte.

Va da sé che per godersi appieno il museo e per non farsi cogliere impreparati né dalla vastità della collezione, né dalle lunghe ore d’attesa in fila per cui Firenze è famosa, è necessario organizzarsi in tempo pianificare la visita.

Ecco quindi qualche consiglio per visitare la Galleria degli Uffizi.


Galleria degli Uffizi

1) Scegli il giorno e l’ora della tua visita

Le Galleria degli Uffizi sono aperte da martedì a domenica dalle 8:15 alle 18:50 e sono sempre chiuse il lunedì, 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre. A Firenze è sempre alta stagione, e ogni giorno persone da tutto il mondo fanno la fila per visitare gli Uffizi; è importante programmare il giorno e la fascia oraria della tua visita così potrai comprare in anticipo i biglietti ed evitare lunghe e noiose code. Avrai del tempo in più per ammirare le opere degli Uffizi.
2) Calcola almeno mezza giornata di visita

Quando programmi il tuo viaggio a Firenze metti in conto che, nel giorno in cui visiterai gli Uffizi farai poco altro: calcola di passare come minimo mezza giornata all’interno del museo, o addirittura la giornata intera. La collezione è immensa, e le opere appese ai muri delle Gallerie non meritano di certo un’occhiata sommaria e frettolosa!

“Primavera”, il celebre dipinto di Botticelli, si trova agli Uffizi

3) Viaggia leggero

Non solo sarà meno stancante visitare il museo portandosi dietro una piccola borsa con dentro lo stretto indispensabile, ma è proprio obbligatorio. Qualsiasi borsa troppo voluminosa dovrà essere depositata al guardaroba, perciò viaggia leggero!

4) Lascia a casa la macchina fotografica

All’interno degli Uffizi non è consentite scattare fotografie, nemmeno senza usare il flash. Ti conviene lasciare a casa l’apparecchiatura da fotoreporter d’assalto e accontentarti della fotocamera dello smartphone (che va tenuto in silenzioso durante tutto il tempo della visita)  nel caso ti venisse voglia di scattare qualche foto a Firenze dalle finestre della galleria del primo piano.

I corridoi degli Uffizi

5) Indossa scarpe comode

Sembra un suggerimento banale, ma ricordati che passerai moltissime ore in piedi dentro al museo, camminando da una quadro all’altro, da una galleria all’altra. Ricordati di privilegiare il comfort!

6) Fai un piano d’attacco

È impossibile vedere tutta la collezione delle Gallerie degli Uffizi – e uscirne vivi. Ci sono alcune opere più importanti di altre, o che semplicemente attireranno di più il tuo interesse e la tua attenzione. Seleziona le opere che non vuoi assolutamente perderti prima di visitare il museo, oppure prendi in considerazione l’idea di avvalerti di una guida esperta per rendere indimenticabile.

Gli Uffizi

7) Concediti qualche meritata pausa

All’interno delle Gallerie degli Uffizi potrai trovare alcune panche per riposarti nella prima sezione, lungo i corridoi sotto le finestre, e all’interno di alcune sale, come la Sala Botticelli, utili per ammirare le opere mentre ci si riposa. Per fare una vera e propria pausa puoi andare alla caffetteria che si trova in fondo alle gallerie del primo piano.
8) Approfitta del biglietto cumulativo per visitare altri imperdibili attrazioni fiorentine

Protip: approfitta del biglietto per le Gallerie degli Uffizi per visitare anche la Galleria Palatina, gli Appartamenti Reali, il Tesoro dei Granduchi, la Galleria d’Arte Moderna, il Museo della Moda e del Costume, e le mostre temporanee di Palazzo Pitti e lo splendido Giardino di Boboli con Museo delle Porcellane, il Giardino Bardini e le mostre temporanee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close