Close
Dove giocare a golf in Marocco

Dove giocare a golf in Marocco

Il Marocco è famoso per i suoi magnifici campi da golf quanto per la sua medina. Ecco dove giocare a golf in Marocco.

A pensarci bene non è così scontato che il Marocco sia una delle mete più ambite dagli appassionati di golf, oltre che da coloro che vogliono visitare un Paese incredibile. Invece questo Paese, dove la vastità del deserto e il suo silenzio sono regina e re del territorio, vanta campi stupendi che offrono ogni tipo di handicap e sono immersi in un paesaggio circostante da togliere il fiato. Ascolta: se resti in silenzio, puoi sentire il colpo del drive che dà inizio alla tua partita.

1. Trovare il giusto swing alle pendici del monte Atlante

Entrando al Marrakech Royal Golf Club e camminando sul green di questo luogo storico potrai sentire ancora il profumo del sigaro di Winston Churchill o il rumore passo decisamente texano di Ike Eisenhower; ripercorrerai le orme di questi personaggi che hanno fatto la storia e  che amavano rilassarsi cercando lo swing giusto su questo percorso costruito negli anni ’20. E, come se non bastasse, mentre stai scegliendo il ferro o il legno giusto per il colpo vincente, sarai circondato da una natura rigogliosa punteggiata da ulivi, palme, aranci e albicocchi, e potrai ammirare una vista mozzafiato sulle imponenti vette dell’Atlante.

2. Antiche vette e moderni fairway

Vicino a Marrakech ci sono due golf club più “giovani” rispetto agli altri. L’Amekis, che prende il suo nome da quello di una regina di una tribù berbera, ha un percorso complesso, ben disegnato e anche in questo caso circondato da un paesaggio spettacolare. Il Palm Golf Marrakech Ourika, invece, è caratterizzato da fairway curatissimi, immersi in un panorama stupendo. Queste, sono caratteristiche che un golfista apprezza sempre tantissimo.

3. La magia di Tangeri e il “British style”

È impossibile non rimanere affascinati dalla magia della città di Tangeri. “Qui nessuno è ciò che appare”, scriveva William Burroughs, che di certo avrà calcato il green di quello che viene considerato il primo campo da golf in Marocco, il Royal Golf di Tangeri. Nonostante il passare degli anni e i numerosi interventi di rinnovamento, questo campo mantiene intatto lo spirito British datogli dai suoi ideatori nel lontano 1914. Immagina un verde avvolgente, il profumo dei pini e degli eucalipti e una vista mozzafiato: cosa vuoi di più?


If you’re going to Morocco, don’t forget to pack your golf clubs!

4. Palla in buca sotto il massiccio del Rif

Ci piace pensare che uno scozzese doc come Sean Connery, ddurante le riprese de “Il vento e il leone” in cui interpretava el-Raisuli, il Magnifico signore del Rif, avrebbe apprezzato giocare qualche buca sul green Royal Golf di Cabo Negro. Questo campo si trova a ridosso del massiccio del Rif e alle spalle della città di Tetouan. Beh, se Connery ha perso questa occasione, tu non fartela scappare.

5. Un “Hole in one” sfruttando la brezza dell’oceano

Quale golfista non sogna un hole in one (buca conclusa con un solo colpo)? E se l’hole in one fosse anche accompagnato dalla brezza dell’Oceano Atlantico e addolcito dall’intenso profumo dell’eucalipto potremmo pensare si tratti di in un sogno. E invece è realtà: questo paradiso del golf è il Golf delle Dune, un campo con tre percorsi con diversi livelli di difficoltà, e quindi adatto anche a giocatori meno esperti. Nelle vicinanze c’è il Parco Nazionale di Souss Massa, un sito da non perdere e perfetto per concludere la giornata sul green.

6. Giocare tra papiri e colonne romane o in riva al mare

Giocare a golf in un percorso dove le mimose si confondono tra papiri e antiche colonne romane è quanto di più simile esista alla magia. E per questo le buche del Royal Golf Dar Es Salam rappresentano il sogno di molti golfisti. Non a caso qui, ogni anno, si disputa il prestigioso Trofeo Hassan II. Se invece vuoi provare l’emozione di giocare con il mare a due passi, Mazagan Golf Club è una meta obbligata: green perfetti con le seconde nove buche che si sviluppano proprio lungo l’oceano.

La pallina da golf che corre sul fairway, il profumo dell’eucalipto, la brezza dell’oceano, l’imponenza dei massicci montuosi, i colori e i sapori di una cultura millenaria: andare in buca in Marocco è decisamente un’esperienza irrinunciabile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close