Close
I meravigliosi vicoli nascosti di Melbourne

I meravigliosi vicoli nascosti di Melbourne

Questo è quello che rende Melbourne Melbourne, e non Sydney, per esempio. Solo qui infatti è assolutamente normale avventurarsi in una stradina buia e piena di graffiti per essere ricompensati con uno dei bar migliori della città. Questo è il tipo di sorprese che si possono trovare nei vicoli di Melbourne.

I vicoli di Melbourne sono diventati quello che sono in seguito un insieme di circostanze fortunate e pianificazione ragionata. A metà degli anni ’80 venne sviluppata una strategia per ricollocare gli abitanti e le imprese nel centro dimenticato della città; successivamente, una combinazione magica tra affitti poco costosi nei vicoli e un cambiamento della legislazione per la licenza sugli alcolici, ha permesso a piccoli bar di spuntare come funghi. Il resto è storia: da quel momento c’è stata una proliferazione di imprese indipendenti che hanno avuto la possibilità di trovare la propria strada arrivando a essere luoghi fondamentali per la cultura cittadini, e diversi da tutto quello che c’è in Australia.

Questi vicoli sono famosi per la street art, per i bar e per le caffetterie hipster, e anche per il St. Jerome’s Laneway Festival (un famosissimo festival di musica indie che è iniziato con 1400 persone pigiate in una Caledonian Lane dall’odore stantio); si tratta di un luogo dall’atmosfera urbana unica, sopra le righe e in costante cambiamento. Prendete appunti: metà del divertimento sta nella scoperta. In qualche modo, meno la via sarà allettante più valore avrà la tua scoperta. Provare per credere! Ecco cinque dei vicoli più interessanti di Melbourne.

 

1. Hosier Lane: tutta la Street Art possibile

Capirai di essere arrivato a Hosier Lane grazie alle orde di turisti e di studenti d’arte che sgomitano per scattare una foto al suo caleidoscopio di scritte, murales, stencil, e poster. Questa strada pedonale di ciottoli blu è famosa perché è qui che si evolve la scena della street art di Melbourne, con i suoi muri pieni di sfacciati e – spesso politicizzati – pezzi d’arte. Hosier Lane è diventata così popolare e ben collocata nel tessuto urbano della città, che i neo-sposi la scelgono come sfondo delle loro foto di nozze.

Una dritta per te: dopo questa vista prenditi un drink al Misty,, un locale bellissimo nello stesso vicolo, oppure prova alcune tapas spagnole da Movida proprio dietro l’angolo.


Hosier Lane, photo: SalTheColourGeek via Visualh unt / CC BY

2. ACDC Lane: “It’s Long Way to the Top”

Cari amanti del rock’n’roll, questo è per voi! Nel 2004 il vicolo conosciuto come “Corporation Lane” è stato ribattezzato in onore degli ambasciatori australiani del rock: gli AC/DC. Il concilio ha votato all’unanimità perché non esiste abitante di Melbourne che abbia dimenticato quel momento  cruciale del 1975 in cui gli AC/DC hanno filmato il video della loro canzone più famosa “It’s a Long Way to the Top” sul retro di un camion che viaggiava lungo Swanston Street. A ACDC Lane si trova anche Cherry, il leggendario bar che si dice Noel Gallagher volesse comprare durante un tour degli Oasis nel 2002. Come ci si può aspettare il vicolo è pieno di street art a tema rock’n’roll: ovunque ci sono fiamme, fulmini e teschi. Recentemente, è stato dipinto di viola come tributo a Prince alla sua “Purple Rain”.

Una dritta per te: se tutte quelle foto in posa come Mick Jagger per ti hanno fatto venire fame, vai da Pastuso, il ristorante peruviano alla fine della via.


AC/DC Lane, photo: Alfred Hermida via Visual Hunt / CC BY-NC-SA

3. Croft Alley: la precisa scienza dei cocktail

Di solito va più o meno così: leggi l’insegna ‘Croft Alley’ e ti avvii per un vicolo pieno di graffiti e cestini dell’immondizia. A quel punto chiedi ai tuoi compagni di viaggio “Ma veramente si va giù di lì?” e continui a camminare fino a svoltare un angolo, dove vedrai una gigantesca folla di hipster in fondo alla via. Congratulazioni! Hai trovato uno dei bar più vecchi dei vicoli della città. Anche se magari non è il tuo genere di posto preferito, vale la pena fermarsi per fare un’esperienza diversa. Al piano inferiore l’ambiente richiama un laboratorio di scienze vintage, invece al piano superiore quello di una palestra del liceo. Una volta era pieno di festaioli vestiti di nero e l’atmosfera era decisamente post-apocalittica.

Una dritta per te: questo vicolo su trova proprio vicino a Chinatown, quindi puoi concludere le tue serate con uno spuntino di mezzanotte a base di ravioli cinesi. Vicino c’è l’affascinante e shabby-chic Supper Inn, un grande classico della città.


Croft Alley, photo: @henree_tvia Instagram

4. Tattersalls Lane: Hot Dogs e Cocktails

Questa via piena di atmosfera a Chinatown combina il buon bere con ottimi snack. Inizia la tua serata al Section 8, un bar all’aperto in un’ex area industriale recintata da filo spinato e con le casse del latte rovesciate al posto delle sedie. Prosegui in un posto vicino che ha lo stesso sapore: Ferdydurke dove puoi trovare cocktail sofisticati e hot dog. L’insegna rosa fluorescente ti conduce a due rampe di scale che a loro volta ti conducono a un bar affollato simile a un loft newyorkese con un immancabile tocco australiano (le regole della casa recitano sfacciatamente “Vietato l’ingresso alle teste di cazzo” e “Coloro che sono diversamente belli devono dimostrare di avere personalità”).

Una dritta per te: se vuoi qualcosa di più sostanzioso di un hot dog prova Rice Workshop alla fine della strada dopo Little Bourke.


Tattersalls Lane, photo: @mister_swissvia Instagram

5. Elaine Way: il vicolo di Seinfeld

Questo è un vicolo un po’ diverso dagli altri e che purtroppo ha avuto vita breve. È spuntata nell’arco di una notte a Fitzroy sull’onda di un revival della serie Seinfeld che ha provocato l’apertura di due bar a tema  (il George’s Bar e il Larry David’s). In questo vicolo la street art rende omaggio a Elaine Benes, un personaggio della serie, con immagini che la ritraggono vestita in modo stravagante mentre si adopera nella sua famigerata danza scoordinata. Purtroppo, il vicolo p stato completamente ricoperto dai poster, e si può ancora vedere soltanto una porzione piccolissima della sua faccia.

Una dritta per te: fan di Seinfeld non disperate! Potete sempre andare nel vicino George’s Bar per trovare i memorabilia (come il Frogger game) e la fan art che stavate cercando; potete anche cercare sul muro la tua citazione preferita di George, per un perfetto momento da fan.


Elaine Way, photo: @cschwimm via Instagram

Cover credit: <a href=”https://www.flickr.com/photos/avlxyz/4999740406/”>avlxyz</a> via <a href=”https://visualhunt.com”>Visualhunt.com</a> / <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/”> CC BY-SA</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close