Close
Il Capodanno cinese in Cina e nel mondo

Il Capodanno cinese in Cina e nel mondo

Il 16 febbraio avranno inizio i festeggiamenti per il Capodanno cinese e Musement vi accompagna alla scoperta di questa antica festività.

Il 16 febbraio avranno inizio i festeggiamenti per la Festa di Primavera, comunemente conosciuta in occidente come il Capodanno cinese. Il 2017 sarà l’Anno del Cane, un segno dell’oroscopo cinese caratterizzato da una personalità leale e sincera. Ma come viene celebrata questa festività in Cina e nel resto del mondo? Quali sono le origini e le caratteristiche di questa festa?

La leggenda colora – di rosso! – le origini di questa importante festività. Si narra che nell’antichità ci fosse un terribile mostro, il Nian, che ogni 12 mesi usciva dalla sua tana per nutrirsi di esseri umani. Quando però il popolo cinese scoprì che il Nian era spaventato dai rumori forti e dal colore rosso, cominciò ad accogliere il suo risveglio annuale con canti, balli, fuochi d’artificio e decorazioni rosse, scampando così al cruento tributo. Da questa leggenda ha origine proprio una delle più importanti tradizioni del Capodanno cinese: la sfilata con il drago dalla testa leonina come protagonista.

I riti della Festa di Primavera non finiscono qui: i festeggiamenti infatti si protraggono per 15 giorni. Prima dell’inizio del Capodanno le persone si recano a pregare nei templi taoisti locali e puliscono a fondo la propria casa, un rito che rappresenta simbolicamente il disfarsi delle sfortune e di ciò che è avvenuto nell’anno appena trascorso per prepararsi al meglio ad accogliere l’anno nuovo. Inoltre, alla vigilia del Capodanno, viene inoltre allestito un lauto banchetto per riunire la famiglia; intorno alla stessa tavola piena di prelibatezze tradizionali siedono le diverse generazioni della famiglia, dai bisnonni ai nipoti appena nati. Uno dei protagonisti di questa cena della vigilia è il Nian Gao, il dolce di Capodanno: si tratta di un dolce di riso agglutinato a cui vengono aggiunti, a seconda della regione, zucchero, foglie di loto, datteri cinesi e noci. È considerato benaugurante perché, in cinese, il suono del suo nome è simile a quello delle parole che significano “anno migliore”. Il primo giorno dell’anno nuovo viene festeggiato con la Sfilata del Drago, mentre il secondo giorno è quello in cui vengono onorati i defunti con candele incensi e preghiere, e le donne sposate possono far visita alla propria famiglia d’origine; il quinto giorno viene festeggiata la nascita del Dio del Denaro mentre il quindicesimo giorno si conclude tutto con la Festa delle Lanterne.


Il Nian Gao, il dolce tradizionale del Capodanno cinese. Photo credit: Ju-x via Visual hunt / CC BY

Oltre a queste tradizioni, ogni città della Cina ha il suo particolare modo di salutare l’anno nuovo. A Hong Kong i festeggiamenti cominciano con una coloratissima parata nella zona di Tsim Sha Tsui, e continuano con un meraviglioso e scenografico spettacolo di fuochi d’artificio a Victoria Harbour; la città inoltre si colora di fiori profumati di diverse specie che simboleggiano i diversi desideri per l’anno a venire.


Il magnifico spettacolo di fuochi d’artificio a Hong Kong, a Victoria Harbour. Photo credit: rmlowe via VisualHunt / CC BY

A Pechino la vera festa si svolge nei templi. Nei templi principali della città, infatti, vengono allestite delle vere e proprie fiere che coinvolgono turisti e abitanti del luogo con danze e musiche tradizionali, performance di acrobati, bancarelle che vendono prodotti di artigianato locale e stand di cibo tradizionale. Da non perdere le ricostruzioni delle cerimonie che risalgono all’epoca della Cina Imperiale, come quella in onore del Cielo e della Terra.

Shangai è la capitale della vita notturna cinese, e in questa città potrete assistere a concerti e spettacoli teatrali, potrete gustare un’ottima cena nei ristoranti più chic e partecipare alle favolose feste nelle discoteche più modaiole della città. Mentre nei locali impazza la festa, i fedeli suonano le campane dei templi per attirare la fortuna e la prosperità nell’anno nuovo e sulle sponde del fiume Chang Jian, viene dato il via a uno spettacolare conto alla rovescia per salutare l’anno nuovo.

 

Non soltanto in Cina, ma anche in altre città del mondo la comunità cinese festeggia questo nuovo inizio.

A New York nella zona di Chinatown ha luogo la Lunar New Year Parade che attraversa Mott Street, Canal Street, continua sulla East Broadway e ritorna verso Broome Street. Inoltre quest’anno la New York Philharmonic festeggia il 20 febbraio l’Anno del Cane con il Lunar New Year Gala: il Maestro Long Yu dirigerà un coro di contadini provenienti da Yunnan, un’area montuosa nel sud della Cina; il coro, insieme alla giovanissima pianista Serena Wang, si esibirà sulle note di Beethoven.

A Londra il quartiere di Soho è il cuore pulsante del Capodanno cinese con esibizioni tradizionali, specialità culinarie, draghi e fuochi d’artificio. Quest’anno la sfilata avrà luogo il 18 febbraio lungo Charing Cross Road e Shaftesbury Avenue, dove ci sarà un palco che ospiterà alcune esibizioni a tema. La parata terminerà a Trafalgar Square con uno spettacolo pirotecnico.


Le vie del quartiere di Soho a Londra addobbate a festa per il Capodanno cinese. Photo credit: Charles D P Miller via VisualHunt.com / CC BY

Infine, due appuntamenti importanti a Milano: il primo è la consueta Parata del Drago d’Oro in Paolo Sarpi, la Chinatown della città; il secondo è una kermesse artistica al Teatro dal Verme, venerdì 9 febbraio. Per festeggiare l’inizio dell’anno del Cane, si esibiranno sul palco del Teatro dal Verme artisti italiani come Eugenio Finardi e Francesco Baccini e ci saranno molti ospiti tra cui la presentatrice cinese Ni Ping che ha presentato per 13 anni il festival capodanno in CCTV cinese.

Sentitevi quindi liberi di celebrare anche voi l’arrivo dell’Anno del Gallo in una di queste città; non dimenticatevi di indossare qualcosa di rosso per tenere alla larga il Nian e 新年快乐  (xīn nián kuài lè – Felice anno nuovo)!

 

Cover credit: <a href=”https://www.flickr.com/photos/brunkfordbraun/4283286680/”>brunkfordbraun</a> via <a href=”https://visualhunt.com”>Visual Hunt</a> / <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/”>CC BY-SA</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close