Close
10 borghi medievali da visitare nel Nord Italia

10 borghi medievali da visitare nel Nord Italia

Quali sono i borghi da visitare più belli del Nord Italia? Tra Lombardia, Veneto, Piemonte e ancora più a nord, qui condividiamo la nostra top 10.

Non solo grandi città, d’arte e industriose, il nord Italia è uno scrigno di piccoli paesini in cui il tempo sembra essersi fermato. Il territorio ha delle zone particolarmente ricche di borghi medievali, di cui molti appartenenti al club dei Borghi più belli d’Italia. In Lombardia, le zone della bergamasca e dell’Oltrepò offrono gemme nascoste, e spesso poco affollate, che vale la pena esplorare. Nel Veneto c’è solo l’imbarazzo della scelta, tra castelli arroccati, centri fortificati immersi nei vigneti e paesini lungo la costa. Ma tanti sono anche i borghi da visitare in Piemonte, nel Friuli, in Valle d’Aosta e in Trentino.

Se sei in cerca di ispirazione per una gita fuori porta alternativa, continua a leggere per scoprire 10 borghi medievali da visitare nel Nord Italia.

1. Borghetto, Verona

Nel comune di Valeggio sul Mincio, si trova questo piccolo borghetto affacciato sul fiume. Poche case, solo quattrocento abitanti e tre vecchi mulini che sembrano nascere dal fiume, Borghetto ha un fascino molto particolare. Il primo nucleo abitativo è stato costruito dai Longobardi, tra il VIII-IX sec d.C., e nel corso degli anni è stato conteso da diversi regni a causa della sua posizione strategica.

Oggi, è possibile visitare il ponte Visconteo di fine Trecento, il Castello Scaligero che offre uno splendido panorama sul Mincio e un paesaggio naturale calmo e incantevole. I tortellini di Valeggio sono il prodotto più tipico del luogo, mentre i secondi si dedicano ai pesci di fiume.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Borghetto Sul Mincio (@borghettosulmincio)

2. Vipiteno – Sterzing, Bolzano

Anche Vipiteno (o meglio Sterzing, la Città Vecchia) fa parte del club dei Borghi più belli d’Italia, non poteva quindi mancare nella nostra lista dei borghi da visitare nel Nord Italia. Il fascino è montano, l’atmosfera rilassata. Il simbolo della Vipiteno medievale è la Torre Civica, anche chiamata Torre delle Dodici. L’insediamento originale, Vipitenum, risale all’epoca romana, ma è nel medioevo che la Città Vecchia cambia volto e diventa Stercengum (Sterzing).

Oggi, gli edifici medievali si mescolano con naturalezza alle comodità del mondo moderno. Imperdibile la piccola Chiesa di Santo Spirito, in stile gotico, con il suo ciclo di affreschi. I prodotti locali più noti sono quelli caseari, in particolare yogurt e burro prodotti dalla cooperativa sociale Latteria Vipiteno.

3. Lovere, Bergamo

Si trova proprio sulla punta dell’incantevole Lago di Iseo, questo borgo medievale del Nord Italia è un gioiello pieno di sorprese. Il caratteristico sviluppo ad anfiteatro del centro abitato è dovuto alla sua particolare posizione, incastonata fra lago e montagne. Imperdibile la piazza del centro storico, piazza Vittorio Emanuele, caratterizzata dalla figura dell’antica torre civica. Fra i palazzi, sul lungolago si trova Palazzo Tadini, in stile neoclassico, sede dell’Accademia di Belle Arti e della Pinacoteca, seconda galleria dell’Ottocento in Lombardia ad aprire al pubblico (dopo la Pinacoteca di Brera).

Ma il legame di Lovere con l’arte è ben radicato. Con l’evento “Il Borgo della Luce”, a Lovere si proiettano sugli edifici del centro storico opere d’arte senza tempo, moderne o che hanno segnato la storia dell’arte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carmen Autunno (@carmenautunno)

4. Montagnana, Padova

Montagnana ha una storia molto antica. Si hanno notizie della costruzione della prima necropoli romana nel I sec. d.C., ma è nel primo Medioevo che Montagnana diventa un borgo fortificato. E sono proprio le mura, raffigurate anche in un dipinto del Giorgione, ad essere la principale attrazione di questo borgo del veneto, con le 24 torri merlate.

Cammina per le vie del centro storico, conservate splendidamente, e visita il Castello di San Zeno, all’interno della cinta muraria. Imperdibile anche il Duomo, in stile gotico, e le Ville Rinascimentali. Un patrimonio storico-culturale così ricco da non lasciare spazio alla noia!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Visit Montagnana (@visitmontagnana)

5. Orta San Giulio, Novara

Orta San Giulio è un borgo del Nord Italia molo particolare. Infatti, sebbene per gran parte si estenda sulla riva del Lago d’Orta, una porzione di borgo si trova su un’isoletta in mezzo al lago, l’isola di San Giulio, facilmente raggiungibile in traghetto. Secondo alcune leggende, a fondare il borgo sono stati i fratelli Giulio e Giuliano nel 390 d.C., che camminando lungo il lago notano un’isoletta popolata da serpenti e draghi. Sarà Giulio ad approdare sull’isola e a sconfiggere le creature che la infestavano, erigendo la prima basilica dell’abitato.

Fra splendidi palazzi ottocenteschi e piccole stradine a ridosso del lago, a Orta San Giulio sembra di essere sospesi nel tempo. Tappa imperdibile è la frazione di Legro, il paese dipinto, in cui arte, storia e cinema si fondono nei murales che decorano gli edifici di questo centro abitato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nicola Farise (@nicola_farise)

6. Morimondo, Milano

Nel 1134, dodici monaci cistercensi provenienti dalla Francia arrivano lungo il Ticino e decidono di costruire sull’allora Campo Falcherio una nuova abbazia, Santa Maria di Morimondo. Sono proprio questi monaci a dare il via alla comunità di Morimondo, occupandosi di agricoltura e bonifica, rendendo una zona tendenzialmente inospitale in un’area abitabile e feconda.

Oggi, questa meravigliosa abbazia in mattone rosso è visitabile. Si viene accompagnati, con una visita guidata, a scoprire il complesso monastico. Per il resto la zona è agricola, tante sono le cascine nei dintorni, alcune delle quali offrono anche servizio di ristorazione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luna Roveda (@lunaroveda)

7. Castellaro Lagusello, Mantova

Lagusello vuol dire piccolo lago. E infatti, questo borgo fortificato si specchia sulle acque di un piccolo laghetto a forma di cuore. L’atmosfera è sospesa e fra mura guelfe e stradine costruite con pietra di fiume sembra di essere catapultati indietro nel tempo.
Da visitare l’imponente torre dell’orologio, a base quadrata, la chiesa barocca di San Nicola e la bellissima Villa Arrighi dell’Ottocento. Obbligatoria anche una sosta per assaporare i vini doc della zona, Merlot e Tocai.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesca B. (@francibuff)

8. Zavattarello, Pavia

L’Oltrepò Pavese non è soltanto una zona ricca di cantine e ottimo vino, è infatti costellata di deliziosi borghetti e castelli fortificati. Uno dei più famosi della zona è il borgo di Zavattarello. Il Castello Dal Verme è arroccato su una collina, circondato dal dolce paesaggio, creando una cornice molto scenografica. Il castello è visitabile ed è particolarmente apprezzato anche dai bambini, grazie alle attività e alle molte leggende del luogo.

Altra tappa obbligatoria è quella all’Oratorio di San Rocco, del Trecento, dove poter ammirare arte antica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Moris Lorenzi photography (@moris_lorenzi)

9. Bard, Aosta

Bard è in realtà una meta molto conosciuta e, in alcuni periodi dell’anno, anche piuttosto affollata. Ma grazie alla sua atmosfera fiabesca e alla particolare conformazione del Forte, non poteva mancare nella nostra lista dei borghi da visitare nel Nord Italia.

Cammina per le stradine medievali e goditi il panorama sulle montagne. Sali fino all’ultimo livello del Forte per goderti una vista mozzafiato ed esplorare i musei che sono qui ospitati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Forte di Bard (@forte_di_bard)

10. Clauiano, Udine

Concludiamo facendo un salto in Friuli-Venezia Giulia, in particolare nel borgo di Clauiano. È un borgo contadino, che racconta una storia di lavoro e di fatica quotidiana. La vera meraviglia è visitare le case del XV secolo, ognuna delle quali conserva una storia. La più antica è Casa Gardellini, di anni successivi il complesso padronale di Villa Ariis e di Casa Palladini.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Borghi Italiani 🇮🇹 (@borghi.italiani)

Se questi 10 suggerimenti non ti bastano, leggi il nostro articolo sui borghi italiani meno conosciuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close