Close
Il giro del mondo in 8 canzoni

Il giro del mondo in 8 canzoni

Musement ha stilato una lista di 8 canzoni che ti faranno viaggiare in tutto il mondo.

Ti piace entrare nello spirito giusto prima di partire per un viaggio?

Guardare foto o leggere un libro che parla della tua destinazione ti aiuta a contrastare l’ansia da partenza?

In questo caso, che tu stia cercando ispirazione per i tuoi viaggi futuri o ami semplicemente viaggiare grazie alla musica, ecco 8 famose canzoni internazionali che parlano di otto diverse città nel mondo.

1. New York, New York, Frank Sinatra

“I want to wake up in a city that never sleeps”
Originariamente cantata nel 1977 da Liza Minelli nell’omonimo film di Martin Scorsese, fu Frank Sinatra, due anni dopo, a rendere questa canzone popolarissima in tutto il mondo. Una canzone che mette in risalto l’affascinante carica di New York, città vibrante e magnetica.

View this post on Instagram

Presents Prime Shot Artist: @paige_tingey .. .. #NYCPS_paige_tingey .. .. Thank you for tagging your Stunning shots to #nycprimeshot & #nycprimeshots … .. .. Selection made by @visuals.by.jake ______________________________________ Primeshot Team: | Sam @nyctme @twtme | Victor @sicvic | Shahzeb @shazzy | Will @4th.photo | Jake @visuals.by.jake | Waldyn @deeno12 | . . Make sure to also follow us on Facebook & Twitter ~ NYCPrimeShot. We're also Selling NYCPRIMESHOT T-shirts so if you're interested in purchasing, Please send us a DM. #PRIMESHOTLOVE ______________________________________ Primeshot Family Hubs/Hashtags #nycprime_ladies #natureprimeshot #usaprimeshot #nightshooters #aerialprimeshot #worldprimeshot #primeshotmag ______________________________________ •Alliances• @AGameOfTones @Way2ill_ @ICapture_NYC @Weekly_Feature @ig_color @ig_nycity @moodygrams @portraitsnyc @theimaged @fatal.frames @nyc_explorers @gramheist @gramslayers @nyctones ______________________________________ • • • • • #newyorkcity #manhattan #brooklyn #ny #nycprimeshot #what_i_saw_in_nyc #ig_nycity #newyork_instagram #icapture_nyc #instagramnyc #made_in_ny #queens #nbc4ny #topnewyorkphoto #nycdotgram #iloveny #newyorker #newyork_ig #bronx

A post shared by Featuring NYC's Best Captures (@nycprimeshot) on

2. Paris, Camille

Le canzoni su Parigi sono tante e la stragrande maggioranza appartiene alla cultura francese, in particolare “Il est cinq heures, Paris s’éveille” di Jacques Dutronc o la stupenda “Complainte de La Butte” col suo ritornello orecchiabile: “Les escaliers de la butte sont durs aux miséreux – Les ailes des moulins protègent les amoureux”. C’è però una canzone contemporanea che volevamo includere in questo elenco: “Paris”, di Camille, ci ricorda perché amiamo e allo stesso tempo odiamo la nostra capitale e, soprattutto, perché non possiamo starne lontani troppo a lungo.

3. London Calling, The Clash

Questa è una delle canzoni più famose e amate al mondo, uno dei migliori pezzi nella storia del rock che ci fa ancora vibrare ogni volta che l’ascoltiamo, un po’ come l’inno di una comunità alla quale si sente inevitabilmente di appartenere. Un manifesto che incoraggia i giovani londinesi a svegliarsi, a partecipare alla vita politica della loro città e a seppellire le vestigia del passato. Non potrebbe essere più attuale di così.

4. San Francisco, Scott Mackenzie

“If you come to San Francisco, Summertime will be a love-in there”
Ecco una canzone piena di promesse che parla dell’estate del ’67, l’estate in cui tutto era possibile, l’estate della controcultura hippie in una California che rappresentava allora un’oasi di pace e amore lontana dall’ostilità del mondo. È di questa San Francisco che anche Maxime le Forestier canta pochi anni dopo nella sua canzone omonima e della famosa “Maison Bleue, adossée à la colline” nella quale tutti abbiamo sognato di vivere prima o poi.

5. Piazza Grande, Lucio Dalla

È sicuramente la canzone più popolare all’estero di Lucio Dalla, uno dei cantautori più amati dagli italiani, ma soprattutto dagli abitanti di Bologna. Questa canzone, che racconta la vita di un senzatetto nella piazza principale di una grande città, nasconde una bella storia, quella di un giornale. Si tratta di “Piazza Grande”, il primo giornale distribuito in strada in Italia, che prende il nome dall’omonimo brano di Lucio Dalla. Creato nel 1993 a Bologna, il giornale è venduto dai senzatetto: tratta di povertà, emarginazione ed esclusione sociale attraverso articoli, interviste, testimonianze che danno voce a una parte della popolazione che non viene ascoltata spesso.

6. Viva Las Vegas!, Elvis Presley

È una canzone su Las Vegas, i suoi casinò, le slot machine e le ragazze. Il “Re” non era certo indifferente alla città del gioco d’azzardo e del vizio e vi tenne molti concerti! “Viva Las Vegas!” è anche il nome di un film che è stato distribuito un anno dopo e il cui protagonista è proprio il re del rock’n’roll. Questa canzone è ovviamente inclusa nella colonna sonora del film.

7. Barcelona, Freddie Mercury & Montserrat Caballé

Questa è una canzone dal destino drammatico. Fu richiesta dalla capitale catalana a Freddie Mercury nel 1987 per diventare la canzone ufficiale delle Olimpiadi del 1992. Sfortunatamente non fu eseguita dal cantante dei Queen alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Barcellona perché morì di polmonite otto mesi prima del gran giorno. Questa canzone, tuttavia, ha dato vita a una collaborazione sorprendente, affascinante e in un certo senso rivoluzionaria tra il cantante rock e la cantante lirica Montserrat Caballé. Un anno prima della richiesta fatta a Freddie Mercury quest’ultimo aveva assistito a un’esibizione di Montserrat Caballé che lo aveva sbalordito. È così che arrivò a scegliere la soprano catalana per interpretare con lui “Barcelona”, tema ufficiale delle Olimpiadi e canzone di apertura dell’omonimo disco.

8. Houston #1, Coldplay

Le canzoni non nascono per caso. Nella scrittura di una canzone l’autore può essere ispirato dall’amore, da un sentimento di nostalgia o di tristezza, ma anche dai suoi sogni più segreti. In altre circostanze, come nel caso si questa canzone, si scrive per sostenere una causa: “Houston #1” è stata scritta per rendere omaggio alla città texana e alle vittime colpite dall’uragano Harvey nell’agosto del 2017 (in quella circostanza il gruppo era stato costretto a cancellare una data programmata a Houston).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close