Close
10 cose da non portare in valigia

10 cose da non portare in valigia

Musement ha fatto una lista di 10 articoli che è proibito portare in 10 posti nel mondo, così non avrai problemi con la tua valigia quando giungerai a destinazione.

Viaggiare apre la mente, ci avvicina ad altre culture e ci offre una nuova lente attraverso cui vedere il mondo. Ogni cultura ha i propri usi e costumi, di cui possiamo essere o meno a conoscenza. E’ quindi importante informarsi prima di intraprendere un viaggio e assicurarsi di non trascurare qualche dettaglio che potrebbe darci problemi una volta giunti a destinazione, come per esempio mettere in valigia alcuni oggetti che sono considerati illegali nel posto in cui stiamo andando.

Lo sapevate che a Capri gli zoccoli di legno sono proibiti? E che in Scozia non si possono avere coltelli da tasca? Diamo un’occhiata a quali sono gli oggetti che devi lasciare a casa a seconda della tua destinazione.

1. Pelo di antilope, India

In India, i vestiti e gli accessori realizzati con pelo di antilope sono proibiti. E’ considerato un reato grave possederne, che può costare fino a sei anni di carcere! Nel migliore dei casi, invece, l’articolo viene sequestrato e l’ignaro viaggiatore multato. Per questo ti consigliamo di non mettere in valigia articoli fatti con pelo di antilope e di richiedere un certificato che ne documenti l’assenza in caso di souvenir presi in loco.

2. Copie di marchi importanti, Francia

In Francia, l’importazione, il possesso e l’esportazione di prodotti contraffatti sono considerati un reato. I trasgressori vengono multati e, a seconda dei casi, possono essere mandati in prigione. Ci sono controlli appositi negli aeroporti, quindi ti suggeriamo di lasciare a casa la tua borsa falsa Louis Vuitton se stai andando a Parigi o in un’altra città della Francia. Del resto, è impossibile fingere lo charm francese.

3. Coltelli da tasca, Scozia

Se hai l’abitudine di portare con te un coltellino multiuso, ricordati di lasciarlo a casa se la Scozia è la tua destinazione. Qui, coltelli o coltelli da tasca sono proibiti, e si può essere arrestati per questo.

4. Chewing gum, Singapore

Sapevi che è illegale masticare gomme a Singapore? Se non puoi vivere senza chewing gum, sarà una bella sfida fare un viaggio a Singapore! Dovrai accontentarti delle caramelle perché questo Paese asiatico vieta l’importazione e il consumo di gomme da masticare.

5. Tabacco, Thailandia

Brutte notizie per i fumatori: in Thailandia si può portare solo un pacchetto di sigarette a testa nel Paese, anche se vi si transita soltanto. Disobbedire a questa regola potrebbe rubarti molto tempo, dato che i pacchetti in più saranno confiscati e verrai multato per quantità eccessive. Opporsi alla sanzione può solo peggiorare le cose: potresti addirittura arrivare in tribunale.

6. Stampa camouflage, Barbados

A meno che tu non sia un membro dell’esercito, lascia il tuo camouflage a casa se sei in viaggio verso le Barbados. Gli abiti a stampa militare possono confiscati su queste isole caraibiche e ne può derivare anche una multa salata.

7. Abbigliamento giallo, Malesia

L’abbigliamento giallo non è consentito in Malesia dal 2011, in quanto è stato il colore utilizzato nelle proteste del partito di opposizione. Oltre a questo, e come fatto interessante, anche la canzone “Despacito” è proibita, poiché il governo ha concluso che i suoi testi non sono conformi alla cultura islamica.

8. Zoccoli, Capri

Se stavi pensando di sfoggiare i tuoi zoccoli di legno nell’idilliaca isola di Capri, ti consigliamo di toglierli dalla valigia e optare per calzature meno rumorose per completare il tuo look a prova di Instagram. Dal 1960 gli zoccoli sono stati vietati ovunque tranne che in spiaggia, per non disturbare i vicini di casa. A proposito, gli abitanti di Capri amano la pace e la tranquillità e non ti sarà permesso di ascoltare la vostra radio nelle aree esterne.

9. Tatuaggi, Sri Lanka

Se viaggiate in Sri Lanka e avete dei tatuaggi, fate attenzione perché la gente del posto considera offensivi certi simboli tatuati, specialmente croci o altri simboli con motivi religiosi. È meglio mantenere i tatuaggi coperto e fare attenzione a ciò che si indossa in generale, specialmente se si visitano i templi.

10. Non dimenticare il costume da bagno a Malta!

Quando si visita Malta, c’è un capo di abbigliamento che, contrariamente ai luoghi precedenti, è necessario portare: un costume da bagno. E questo perché ciò che è proibito a Malta è la nudità. Pertanto, è essenziale essere almeno un po’ coperti quando si va in spiaggia. E no, non è nemmeno permesso andare in topless . Se si vuole evitare una sanzione, è meglio coprirsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close