Close
10 cose che forse non sapevi sul Grand Canyon

10 cose che forse non sapevi sul Grand Canyon

In onore del centenario del Grand Canyon come parco nazionale, Musement dà un’occhiata a dieci cose che forse non sapevi del Grand Canyon.

Il 26 febbraio 2019 segna il centenario della designazione del Grand Canyon come Parco Nazionale: i visitatori del parco possono vedere sulle pareti della valle il risultato e i passaggi intermedi di miliardi di anni di storia e di tutte e quattro le ere geologiche. Il canyon è il risultato dell’erosione di milioni di anni del fiume Colorado che si è scavato il suo percorso attraverso diversi strati di roccia. La bellezza naturale di questi strati multicolori attrae ogni anno milioni di visitatori del parco, e se non ci sei ancora stato, fai in modo che il 2019 sia l’anno in cui vedrai dal vivo questa meraviglia.

Qui ci sono dieci cose interessanti che potresti non sapere sul Grand Canyon.

1. Se tutti gli abitanti della Terra visitassero contemporaneamente il Grand Canyon, non lo riempirebbero! Lo youtuber Michael Stevens parla di questo nel suo popolare video “How many things are there?”

2. Il parco è stato nominato Patrimonio dell’Umanità nel 1979 dall’UNESCO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura), che ha definito il canyon “la gola più spettacolare del mondo”.

3. I primi visitatori del Grand Canyon furono gli spagnoli che esplorarono il sito nel 1540. I casi sono due: o non rimasero molto impressionati da ciò che videro, o non furono molto bravi nel descriverlo perché nessun altro ci tornò fino a che il missionario spagnolo Francisco Garcés passò di lì per un “viaggio d’affari”, per cercare di convertire gli indiani Havasupai al cristianesimo. Tuttavia la prima spedizione guidata dagli Stati Uniti ebbe luogo solo nel 1869. Il leader di quella spedizione, il veterano della Guerra Civile John Wesley Powell, ricevette il sostegno del Congresso per il suo secondo viaggio. Questa spedizione, nel 1871, portò alla mappatura del fiume Colorado che sembrava suscitare maggiore interesse nella zona.

https://www.instagram.com/p/BqfL1MzBptY/

4. Il Senato ha rifiutato per sei volte la mozione di designare il Grand Canyon come parco nazionale. Il presidente Woodrow Wilson firmò il Grand Canyon National Park Act 36 anni dopo che il primo disegno di legge venne proposto da Benjamin Harrison.

5. Le frequenti collisioni nei cieli sopra al Grand Canyon hanno portato alla creazione del Federal Aviation Administration. Dopo un incidente particolarmente tragico nel 1956, la popolazione pretese provvedimenti; dopo svariate udienze congressuali le procedure di controllo del traffico aereo furono modernizzate e nel 1958 venne approvato il Federal Aviation Act che ha dato alla FAA l’autorità sullo spazio aereo degli Stati Uniti.

6. La comunità più remota degli Stati Uniti continentali si trova all’interno del parco. Supai, Arizona può essere raggiunta solo a piedi, in elicottero, o con animali da soma che vengono utilizzati per portare in forniture alimentari e consegnare la posta.

https://www.instagram.com/p/BtL6CP4ge9T/

7. Alcune tribù di Nativi Americani considerano il Grand Canyon una terra santa e ogni anno vi si recano in pellegrinaggio e pregano per il loro futuro.

8. Molti film sono stati girati nel Grand Canyon tra cui Thelma e Louise, National Lampoon’s Vacation, Transformers, Fools Rush In, Due Date, e, naturalmente, Grand Canyon.

9. Il parco è l’unico posto al mondo dove si possono trovare serpenti a sonagli rosa. Il Grand Canyon Pink Rattlesnake (Crotalus oreganus abyssus) è decisamente molto instragrammabile, ma si tratta pur sempre di un predatore molto velenoso, perciò è meglio mantenersi a debita distanza se se ne incontra uno.

10. I visitatori possono pernottare in una suite sotterranea che una volta era un rifugio antiatomico presso il Grand Canyon Caverns Motel. Durante la crisi dei missili cubani, il presidente Kennedy ordinò che le grotte fossero rifornite di cibo e forniture sufficienti a sostentare oltre 2.000 persone per più di un mese. Trascorrere una notte nella suite sotterranea ti costerà 900 dollari, ma dovrebbe valerne la pena dato che la camera è ritenuta la più buia e tranquilla del mondo.

https://www.instagram.com/p/BnUjLgvn8GQ/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close