Close
10 dei pittori impressionisti più famosi di sempre

10 dei pittori impressionisti più famosi di sempre

Da Monet alla grande Mary Cassatt, Musement vi racconta dieci dei pittori impressionisti più rappresentativi di questo movimento artistico ottocentesco.

L’impressionismo è un movimento artistico che si è sviluppato in Francia nel XIX secolo. Gli artisti iniziarono a lavorare in spazi esterni, all’aperto, cercando di catturare la luce e i suoi effetti sugli oggetti che rappresentavano. Nel 1874, un gruppo di 30 artisti organizzò una mostra delle loro opere a Parigi, e il resto è storia. Il movimento ha avuto una grande influenza sui movimenti successivi, come il post-impressionismo, che comprendeva artisti noti come Van Gogh e Cézanne.

Ecco dieci dei più famosi pittori impressionisti del mondo e le loro opere più rinomate.

1. Claude Monet, 1840 – 1926

Parlare di impressionismo significa parlare di Monet e della serie Le ninfee: è infatti uno dei massimi esponenti di questo movimento artistico. L’artista ha vissuto a Giverny (Normandia) e il famoso giardino in stile giapponese della sua casa è stato il protagonista di molte delle sue opere. Il commento umoristico di un critico d’arte sulla sua opera Impressioni, Sole nascente (1872), ha dato il nome a questo movimento artistico, che agli inizi trovò detrattori che non capivano come questo stile potesse essere considerato arte.

2. Edouard Manet, 1832 – 1833

Sebbene si considerasse un artista realista, Manet merita un posto in questa lista per aver fatto da ponte tra realismo e impressionismo. Il Colazione sull’erba, che si trova al Museo d’Orsay, mostra una donna nuda che condivide il pranzo con due signori completamente vestiti, mentre un’altra donna nuota nel lago. L’opera si inserisce più nel movimento pre impressionista che nel realismo.

View this post on Instagram

Le Déjeuner sur l'herbe (The Luncheon on the Grass) – originally titled Le Bain (The Bath) – is a large oil on canvas painting by Édouard Manet created in 1862 and 1863. It depicts a female nude and a scantily dressed female bather on a picnic with two fully dressed men in a rural setting. Rejected by the Salon jury of 1863, Manet seized the opportunity to exhibit this and two other paintings in the 1863 Salon des Refusés, where the painting sparked public notoriety and controversy. The work is now in the Musée d'Orsay in Paris. A smaller, earlier version can be seen at the Courtauld Gallery, London. The painting features a nude woman casually lunching with two fully dressed men. Her body is starkly lit and she stares directly at the viewer. The two men, dressed as young dandies, seem to be engaged in conversation, ignoring the woman. In front of them, the woman's clothes, a basket of fruit, and a round loaf of bread are displayed, as in a still life. In the background, a lightly clad woman bathes in a stream. Too large in comparison with the figures in the foreground, she seems to float above them. The roughly painted background lacks depth, giving the viewer the impression that the scene is not taking place outdoors, but in a studio. This impression is reinforced by the use of broad "studio" light, which casts almost no shadows. The man on the right wears a flat hat with a tassel, a kind normally worn indoors. #eduardmanet #theluncheononthegrass #ledejeunersurlherbe #impression #postimpressionism #art #artist #arthistory #painting #paintings

A post shared by artcompletely (@artcompletely) on

3. Pierre Auguste Renoir, 1841-1919

Lo stile distintivo di Renoir è caratterizzato da morbidezza, voluttà e sensualità. Le sue opere sono considerate le più “tradizionali” del movimento impressionista ed è noto per il suo modo di catturare paesaggi e scene gioiose, come in La colazione dei canottieri. Tra le sue opere più famose ci sono Bal au moulin de la Galette (1876), che immortala la vita parigina a Montmartre, Danza al Bougival (1883), Le grandi bagnanti (1918-1919) e La Grenouillere (1869).

Gustave Caillebotte, 1848 – 1894

Caillebotte è uno dei più importanti pittori impressionisti, spesso messo in ombra dai suoi contemporanei – anche se nell’ultimo decennio si sono tenute diverse mostre dedicate all’artista. La sua fortuna gli ha permesso di finanziare mostre d’arte impressioniste, di acquistare opere dei suoi colleghi e persino di aiutare finanziariamente l’amico Monet. Una delle sue opere più notevoli è Parigi in un giorno di pioggia (1877), attualmente esposta al Istituto d’Arte di Chicago.

View this post on Instagram

Paris Street; Rainy Day (1877) by Gustave Caillebotte (1848-1894) Art Institute of Chicago, Chicago, Illinois, USA Caillebotte belonged to the realism wing of the impressionist movement; He was more interested in painting the realities of the world as they were, as opposed to his visual impression of them. This piece has a modern look, almost photography-esque. The foreground is in focus while its surroundings are blurry. The center appears to bulge, an effect that would exist if this were a photograph. The brush work is not as loose and broad as one of an impressionist piece but rather focuses on lines and three dimensional forms. There are a number of subjects in this work, all gazing downwards, moving with haste within this newly constructed paris with wide boulevards and modern apartments. Caillebotte is skilled at conveying the subtlety of light on a rainy winter morning. It is a snapshot of people going about their daily lives, meticulously placed for the pleasure of the viewer.

A post shared by Art History Gallery (@the.redroom) on

5. Berthe Morisot, 1841-1895

Era sposata con il fratello di Manet, Eugène, anch’egli pittore. Il suo lavoro, romantico e delicato, con un tocco femminile, evoca un senso di intimità e spesso coglie i soggetti in momenti apparentemente privati. La culla (1872), che ritrae la sorella che guarda il suo bambino, La giovane donna in tenuta da ballo (1879) e Il porto di Nizza (1882) sono alcune delle sue opere più notevoli.

View this post on Instagram

"Romanciers modernes, peintres modernes m’ennuient, je n’aime que la nouveauté extrême, ou les choses du passé ; à vrai dire une seule exposition m’amuse, les Indépendants et j’adore le Louvre". ⠀ Berthe Morisot, Premier carnet noir (1890-1891).⠀ Exposition #BertheMorisot, jusqu’au 22 septembre au musée d’Orsay.⠀ .⠀ “Modern novelists, modern painters bore me. I only like extreme novelty, or else things of the past; truth be told, only one exhibition amuses me, the Independents, and I love the Louvre”.⠀ Berthe Morisot, First black notebook (1890-1891).⠀ Exhibition #BertheMorisot, until 22 September at the Musée d’Orsay.⠀ .⠀ #museedorsay #museeorsay #orsaymuseum #artmuseum #artgallery #fineart #beauxarts #artexhibition #art #museum #Paris #peinture #painting #morisot #impressionnisme #impressionism #femmeartiste #womanartist #portrait⠀ .⠀ Femme et enfant au balcon (1871-1872)⠀ Tokyo, Bridgestone Museum of Art, Ishibashi Foundation, Gaiyo 268⠀ © Tokyo Fuji Art Museum/Bridgeman Images / Service presse

A post shared by Musée d'Orsay (@museeorsay) on

6. Camille Pissarro, 1830 – 1903

Questo paesaggista franco-danese è nato sull’isola di San Tommaso, ma ha studiato e ha vissuto in Francia. Passava molto tempo fuori Parigi perché preferiva vivere e lavorare all’aperto. Boulevard Montmartre, una mattina d’inverno (1897), parte di una serie dedicata ai grandi viali di Parigi, la primavera, Alberi di prugne in fiore(1877) e Sole, mattino d’inverno (1901) sono alcune delle sue opere più celebri.

7. Marie Bracquemond, 1840 – 1916

Marie Bracquemond, considerata una delle “tre signore dell’impressionismo”, passa inosservata, anche a causa del marito, Felix Bracquemond, un famoso artista che non condivideva con la moglie l’ammirazione per l’impressionismo. L’artista è nota per i suoi capricciosi usi del colore e della texture, oltre che per la luminosità e la particolare delicatezza dei suoi dipinti. Tra le sue opere più famose ci sono un ritratto della sorella seduta in giardino a leggere un libro vicino a un tavolo da tè che risale al 1880, Le tre Grazie, e Pierre che dipinge una natura morta (1887), dove ritrae suo figlio.

8. Edgar Degas, 1834 – 1917

Degas è una figura emblematica del movimento impressionista. Oltre alle sue famose opere che ritraggono le ballerine, il suo repertorio comprende opere famose come L’assenzio (1876), Il mercato del cotone a New Orleans
(1873) e la Place de la Concorde (1876).

9. Mary Cassatt, 1844 – 1926

Americana residente in Francia, Mary Cassatt è una delle più importanti pittrici impressioniste e dipingeva soprattutto scene di donne con i loro figli. La legava una profonda amicizia con Degas, che l’ha ritratta più volte, ed è grazie a lui che entrò in contatto con gli altri impressionisti. Bimba su una poltrona blu (1878) e Il bagno del bambino (1893) sono alcune delle sue opere più straordinarie.

10. Frédéric Bazille, 1841 – 1870

Questo artista ha gettato le basi del movimento impressionista. Purtroppo la sua vita si è interrotta a 28 anni, quando è morto in combattimento nella guerra franco-prussiana. Purtroppo è morto prima della prima mostra impressionista e, sebbene le sue opere non siano state esposte, è ancora considerato un pilastro fondamentale di questo movimento artistico. Tra le sue opere più note ci sono Veduta del villaggio(1864), Riunione di famiglia (1867) e L’Atelier di Bazille (1870), in cui si ritrae circondato dai suoi amici, tra cui Manet e Renoir.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close