Close
Vincent Van Gogh in 8 quadri

Vincent Van Gogh in 8 quadri

Scopriamo insieme l’opera di Vincent Van Gogh attraverso 8 dei suoi quadri più importanti.

Vincent Van Gogh (1853-1890) fu un genio incompreso. Come molti artisti, ha avuto una vita tumultuosa in cui è riuscito a vendere solo un quadro, segnata per giunta dalla malattia mentale. Solo dopo la sua morte fu riconosciuta la grande forza espressiva della sua opera che conta più di 900 quadri dipinti in un periodo di 10 anni. Il pittore olandese, pioniere dell’espressionismo, è oggi considerato una delle figure più trascendentali della storia dell’arte. La più grande collezione delle sue opere si trova nel suo Paese natale, l’Olanda, in particolare al Museo Van Gogh di Amsterdam, ma molti dei suoi quadri sono esposti nei più importanti musei di Parigi, Londra, e New York.

Scopriamo insieme otto dei suoi dipinti più emblematici.

1. I girasoli, 1888

Questo dipinto a olio è uno dei quadri più rappresentativi di Van Gogh, nonché uno di quelli di cui ci sono più riproduzioni di ogni tipo, piatti, poster, poster, cancelleria e molto altro. I girasoli , appartenenti ad una serie di dipinti sullo stesso soggetto, sono stati dipinti dopo che il pittore raccolse questi fiori da un campo in provenza, ritraendoli mentre appassiscono. Si dice che Van Gogh abbia ottenuto il caratteristico tono giallo dei petali in seguito a delle allucinazioni visive causate dal caffè. Van Gogh era dipendente dalla caffeina!

Dove : Galleria Nazionale di Londra

2. La notte stellata, 1889

Se hai studiato Storia dell’Arte, sicuramente avrai studiato La notte stellata una delle opere post-impressioniste più famose. Rappresenta la vista notturna dalla finestra del sanatorio dove l’artista si trovava nell’ultimo periodo della sua vita, nella città francese di Saint-Rémy-de-Provence. Van Gogh però ha dipinto il quadro durante il giorno e lo per incanalare il suo stato d’animo dopo uno dei suoi attacchi di schizofrenia, poco più di un anno prima di suicidarsi.

Dove : New York MoMA .

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Aynur 💎 (@aynursblog)

3. La camera di Vincent ad Arlés, 1888

Durante il periodo che Van Gogh trascorse nella città di Arles soggiornò nella stanza ritratta in questo quadro. L’artista ha voluto rappresentare la semplicità e la tranquillità della sua camera da letto attraverso una tavolozza di colori chiari, che sono anche un omaggio alla sobrietà del Giappone. Si dice che a causa della sua epilessia vedesse i colori distorti, il che spiegherebbe l’abbondanza di gialli e verdi in quest’opera. Si dice anche che Van Gogh dipinse La camera di Vincent ad Arlés sotto l’influenza di una pianta chiamata digitalis purpurea che lo aiutò a mantenere fermo il polso.

Dove : Van Gogh Museum di Amsterdam .

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Van Gogh Museum (@vangoghmuseum)

4. Terrazza del caffè la sera, 1988

Un altro quadro a olio dipinto durante il suo soggiorno ad Arles è Terrazza del caffè la sera nel quale Van Gogh ritrae la caffetteria in Place du Forum chiamata La Terrasse, che in seguito diventerà Café Van Gogh. Notiamo che il quadro è dominato da colori caldi (simbolo dell’ottimismo del pittore, felice di essere arrivato nel sud della Francia in cerca di calma e ispirazione) in contrasto con le case in ombra e il cielo stellato sullo sfondo.

Dove : Kröller-Müller-Müller Museum .

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vincent Willem van Gogh (@vvang_0330)

5. Autoritratto con cappello di paglia, 1887

Van Gogh ha dipinto più di 30 autoritratti, tra cui Autoritratto con cappello di paglia, nel quale i toni sono marcatamente gialli e c’è una luce tipica dell’impressionismo. Questo autoritratto è stato creato in un momento in cui Van Gogh si sentiva sopraffatto a Parigi. Spesso confuso dai fumi dell’alcool in una città frenetica come la capitale francese, aveva bisogno di fuggire in un luogo tranquillo (e scelse poi Arles, grazie all’influenza di Gauguin), per cui si ritrae con un cappello di paglia e uno sguardo che trasmette l’oppressione a cui vuole porre fine.

Dove : Detroit Institute of Arts

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kay Mack (@kaymackoutside)

6. Mangiatori di patate, 1885,

Come lo stesso pittore ha spiegato molto bene in una lettera al fratello Théo, in questo quadro dipinto nella città olandese di Nuenenen voleva raffigurare dei veri contadini che mangiano le patate che coltivate con le loro mani, per trasmettere in modo onesto la dura vita di campagna. Così, nel dipinto vediamo un gruppo di cinque umili contadini nel buio, in procinto di cenare.

Dove : Van Gogh Museum di Amsterdam .

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Van Gogh Museum (@vangoghmuseum)

7. Le sedie di Van Gogh, 1888

Sedia di Van Gogh, Sedia a mano di Van Gogh, e Sedia di Gauguin . Tutte dipinte da Van Gogh erano creazioni del pazzo dai capelli rossi durante il suo soggiorno nella Casa Gialla di Arles, dove si trovava con il suo amico Paul Gauguin. Fu dopo una discussione con lui che Van Gogh si tagliò il lobo dell’orecchio e Gauguin tornò a Parigi. L’olandese decise poi di rappresentare le differenze tra i due dipingendo le due sedie: la sua, una semplice sedia di paglia con una pipa e un rotolo di tabacco in cima, cattura attraverso forti pennellate e toni gialli e blu la tristezza che provava all’epoca.

Dove : Galleria Nazionale di Londra

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arts Chaser 🔍 (@arts_chaser)

8. Mezzogiorno – Riposo dal lavoro, 1890

Ispirato da La meridienne de Millet, Van Gogh ha dipinto questo quadro al sanatorio Saint-Rémy. In un’epoca in cui non aveva temi propri, reinterpreta l’opera di Millet, reinventando una scena di riposo in campagna con i suoi caratteristici colori e pennellate, ma rimanendo fedele alla composizione originale.

Dove: Musée d’Orsay di Parigi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vincent van Gogh (@vangoghadair)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close