Close
10 posti magnifici da visitare in Andalusia

10 posti magnifici da visitare in Andalusia

Che cosa avrà l’Andalusia che ci piace così tanto? Potremmo tornarci e ritornarci, e non smetteremmo di scoprire nuovi angoli incantevoli.

L’Andalusia, una delle comunità autonome più affascinanti della Spagna, ospita un gran numero di luoghi imperdibili. Tra questi, ne abbiamo scelti 10 che a nostro avviso sono i più rappresentativi del fascino di questa bella regione: dalle spiagge di Tarifa al Parco Nazionale di Doñana, senza dimenticare i più grandi simboli del ricco patrimonio storico che l’Andalusia vanta.

1. Granada

Iniziamo con Granada, una città con un mix unico di culture. L’eredità iberica e araba hanno saputo completarsi a vicenda, dando vita ad una città che, ai piedi della Sierra Nevada, trasuda fascino. Il gioiello più prezioso è senza dubbio l’Alhambra, la fortezza moresca che emana fascino e ricchezza travolgente da ogni palazzo, cortile e giardino.

2. Siviglia

Continuiamo con Siviglia. La capitale andalusa è abbagliante: basta avvicinarsi al Real Alcázar, alla cattedrale o alla Giralda per immergersi nell’eleganza senza tempo della città. Arte e architettura si fondono perfettamente con la passione e la sensualità del flamenco e, per estensione, con la vivace vita notturna della città.

3. Cordoba

Cordoba è un altro luogo da non perdere in Andalusia, soprattutto perché è forse la città dove l’eredità musulmana è più presente. Per esempio, l’imponente moschea-cattedrale, simbolo della città ti lascerà senza parole. Visita anche il centro storico passeggiando per le stradine che che si snodano tutto intorno, siediti a bere e a gustare tapas accanto al Guadalquivir e viva la vita di un Cordovan, anche solo per pochi istanti.

4. Parco Nazionale di Doñana, Huelva

Se sulla tua lista dei desideri ci sono un’aquila imperiale e una lince iberica, ti consigliamo di tentare la fortuna nel Parco Nazionale di Doñana. Si tratta di un’area naturale protetta nella provincia di Huelva che ospita una grande biodiversità in un ambiente di bellezza ineguagliabile. In inverno vi trovano rifugio più di 200.000 uccelli acquatici.

5. Ronda, Malaga

Una delle città andaluse più conosciute a nel mondo è Ronda. La città di Malaga, incastonata in una grande roccia, si distingue per l’imponente Ponte Nuovo sul fiume Tago dal quale si possono ammirare viste da sogno. Non dimenticare di passare attraverso la Puerta de Felipe V e dall’arena. Come disse lo stesso Hemingway, Ronda e i suoi dintorni sono un incredibilmente romantici.

View this post on Instagram

Ronda, Málaga, España

A post shared by Mi viaje (@miviaje_com) on

6. Sierra Nevada, Granada e Almeria

Nelle province di Granada e Almeria troviamo la Sierra Nevada, un gruppo montuoso che appartiene alla catena montuosa della Bética. Il Mulhacén, alto 3.482 metri, è la montagna più alta. Grazie alle sue caratteristiche orografiche, la Sierra Nevada ospita più di 60 specie vegetali e 80 specie animali endemiche della zona. Anche l’impianto sciistico più alto della Spagna si trova qui.

7. Vejer de la Frontera, Cadice

Vejer de la Frontera è considerato uno dei più bei villaggi della Spagna, a ragione. Situata nella provincia di Cadice, questa città bianca mostra con eleganza le sue facciate di calce – un luogo esclusivo da visitare almeno una volta nella vita! Passeggiare per il suo centro storico murato è una vera meraviglia, ed è ancora meglio mentre si assaporano i piatti locali di Vejer.

View this post on Instagram

#vejerdelafrontera #puebloblanco

A post shared by Sofía PL (@sofiapl_84) on

8. Tarifa, Cadice

Senza lasciare Cadice arriviamo nel punto più a sud della penisola: Tarifa. Tra il Mediterraneo e l’Atlantico, questa terra di surfisti e amanti degli sport acquatici è un piccolo paradiso, soprattutto per le condizioni del vento. Ed è che in questa pittoresca città di Cadice si può può fare la bella vita, sia durante il giorno su una tavola da surf che di notte con un drink in mano.

9. La Alpujarra, Granada e Almería

L’Alpujarra si trova tra le province di Granada e Almería, sulle pendici della Sierra Nevada. Questa cosiddetta “terra di pascoli” fu l’ultimo luogo abitato dai Mori dopo la riconquista dei Re Cattolici. La sua bellezza naturale con montagne, fiumi e valli invita a staccare da tutto e perdersi nei suoi sentieri.

10. Úbeda, Jaén

Se la maggior parte dell’Andalusia si distingue per le sue vestigia andaluse, Úbeda si distingue per i suoi edifici rinascimentali. La ragione? La regina Isabella la Cattolica ordinò la distruzione di tutto ciò che di arabo c’era in città. Oggi Úbeda, insieme alla vicina Baeza, fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. La città è stata dichiarata anche zona di interesse artigianale, per cui si possono trovare (e portare a casa) le tipiche ceramiche ubetense, così come pezzi di artigianato di sparto, di cuoio,di legno e di pietra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close