Close
In giro per Tolosa insieme a una tolosana

In giro per Tolosa insieme a una tolosana

Tolosa è una città dinamica in cui si vive bene, e vi assicuro che, anche se io sono di Tolosa, la mia non è un’opinione campanilista! La prova di questo è che i dati dell’ultimo censimento pubblicati dall’Insee mostrano un significativo incremento della popolazione nella città rosa. Lasciati quindi affascinare dai vicoli della capitale occitana per scoprire cos’è che rende la città delle violette così attraente.

Per invogliarti a passeggiare per il suo centro, Tolosa, “Rosa all’alba, color malva al sole, rossa al crepuscolo*, ti regalerà un sorprendente spettacolo in cui colori ed epoche sembrano fondersi tra loro: antico e moderno si mescolano, e la vita viene presa con dolcezza. Tolosa è una città d’arte e di storia, con un ricco patrimonio architettonico e artistico, ed è anche la seconda città di Francia per numero di start-up. Capitale europea dello spazio e primo centro aeronautico d’Europa (secondo nel mondo), la città attira molti giovani che vi si recano per studiare o lavorare e l’arricchiscono di spumeggiante energia. Da un punto di vista turistico, ci sono un sacco di cose da fare! Tolosa è, dopo Parigi, la città che vanta il maggior numero di monumenti a tre stelle Michelin in Francia; ma niente panico! Ecco una selezione di siti culturali imperdibili della città da visitare a piedi – perché camminare fa bene.

 

Le Capitole

Sulla piazza omonima, si erge maestoso il Capitole, un vero capolavoro neoclassico che oggi ospita il municipio e il  Théâtre du Capitole de Toulouse. Non esitare a entrare per ammirare i dipinti della Sala degli Illustri.

Da lì, imbocca Rue du Taur, che deve il suo nome alla storia del martirio di San Saturnino. Si dice che il primo vescovo cristiano di Tolosa Saturnino, di cui si hanno notizie, avesse come missione quella di evangelizzare la Francia, ma fu legato a un toro dai sacerdoti pagani di fronte al Campidoglio e trascinato fino a Rue du Taur dove sarebbe morto davanti alla chiesa di Notre-Dame du Taur. La Basilica di San Saturnino fu eretta in memoria del martirio di San Saturnino. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, rappresenta uno dei simboli della città.


Le Capitole

La Basilica di San Saturnino

Senza alcun dubbio rimarrai a bocca aperta davanti alla bellezza di questa basilica che risulta ancora più sorprendente di notte, quando viene illuminata da migliaia di luci che la rivestono di un velo dorato. Questa gigantesca basilica è la più grande chiesa romanica in Occidente. Contemplala e lasciati ammaliare dall’immortale bellezza di questo posto che è in grado di placare gli spiriti più irrequieti. Di giorno, l’atmosfera è molto diversa poiché i dintorni della basilica si riempiono di studenti che si rilassano tra una lezione e l’altra.

Un suggerimento: cena presto alla crêperie Pastel&Sarrasin, in Rue du Taur e poi vai al cinema lì accanto (che in estate si trasforma in cinema all’aperto) per goderti un grande classico. All’uscita, è probabile che tu possa sentire risuonare le note solenni dell’organo della basilica.


La Basilica di San Saturnino

Cattedrale di Saint-Étienne

Questa cattedrale è uno dei monumenti più importanti della città. La Cattedrale di Saint-Étienne è davvero unica nel suo genere perché unisce due stili diversi: costruita in stile romanico, fu in seguito arricchita e ricostruita in stile gotico grazie alle donazioni ricevute nel XII e nel XIII secolo. È piacevole passeggiare per le strade che la circondano. Dai un’occhiata alle vetrine, ammira le facciate delle splendide case e passeggia tra i numerosi negozi di antiquariato di questo elegante quartiere.

 

Grand rond e Jardin des plantes

Tolosa è conosciuta e apprezzata grazie ai dedali di viuzze in stile spagnolo che portano a piazze maestose o che svelano a ogni angolo dei veri e propri gioielli architettonici, ma le numerose e grandi aree verdi e i giardini della città la rendono ancora più piacevole da vivere. Il Grand Rond si trova a 5 minuti a piedi dalla Cattedrale di Saint-Étienne e fa parte di un progetto urbanistico sviluppato nel XIX secolo per “dare un po’ di aria” alla città. Ammira le sue statue e raggiungi il Jardin des Plantes e il Jardin Royal attraversando i ponti sospesi sopra il viale. I 7 ettari di questi giardini sono perfetti per fare una bella passeggiata tra le piante e per trascorrere un pomeriggio con la famiglia in uno dei numerosi parchi giochi o al Museo di Storia Naturale di Tolosa.

Ricorda: grazie al Pass di Musement, l’ingresso, sia alla mostra permanente che alle esposizioni temporanee è gratuito.

 

Quais de la Garonne

Sulle rive della Garonna, il Porto della Daurade è il luogo preferito dai turisti e dagli escursionisti, ma soprattutto dalla gente del posto! Si tratta infatti di un punto di ritrovo per studenti, innamorati, gruppi di amici che si incontrano sulle rive del fiume durante le calde sere estive per fare un aperitivo, bere un drink e ascoltare un po’ di musica.  Prima di unirti a questi festeggiamente, non dimenticarti di fare un salto a Notre-Dame de la Daurade che ospita la Madonna Nera, protettrice della città di Tolosa. Costruita sui resti di un tempio romano, questa basilica ospita numerosi mosaici dorati a cui deve il suo nome. Da Place Saint-Pierre scendi lungo le gradinate per ammirare lo splendido tramonto sulla Garonna e sull’Hôtel Dieu, sull’altro lato del ponte. Sede degli ospedali di Tolosa, è classificato Patrimonio dell’Umanità UNESCO e tappa del cammino di Santiago di Compostela.

Non esitare a fermarti per un drink in uno dei tanti bar che animano il luogo, conoscendo gli abitanti di Tolosa, sicuramente concluderai la serata avendo conosciuto molti nuovi amici.

 


Ponte Saint-Pierre e le rive della Garonna

Come canta Nougaro, un famoso cantante di Tolosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close