Close
10 siti archeologici spettacolari da visitare in Africa

10 siti archeologici spettacolari da visitare in Africa

L’Africa è ricca di siti storici incantevoli e queste 10 attrazioni dimostrano che l’Egitto è davvero solo la punta della piramide di ciò che il continente ha da offrire!

Nel corso dei millenni le grandi civiltà africane hanno lasciato dietro di sé affascinanti testimonianze. Antiche piramidi, chiese rupestri, castelli, moschee e palazzi, in Africa ci sono alcuni spettacolari siti storici che purtroppo sono troppo spesso trascurati.

Ecco quindi 10 dei luoghi storici da non perdere in Africa.

1. Luxor, Egitto

Nessuna lista di incredibili siti storici in Africa potrebbe mai essere completa senza l’Egitto: è pieno di imponenti monumenti, statue e piramidi che risalgono a millenni fa. Luxor è uno dei siti archeologici più rinomati al mondo, ha templi incredibili e tombe in pietra da esplorare, oltre ad una splendida vista sul Nilo. L’attrazione principale è senza dubbio la Valle dei Re dove si possono visitare moltissime tombe rupestri che un tempo ospitavano i resti dei faraoni e i loro tesori abbaglianti.

2. Lalibela, Etiopia

Guardare per la prima volta le chiese scavate nella roccia di Lalibela è uno di quei momenti che rimane per sempre scolpito nella memoria.
Costruita tra il settimo e il tredicesimo secolo, la ‘Nuova Gerusalemme’ è piena di gallerie tortuose, architetture elaborate e cortili maestosi. Le chiese sono ancora oggi utilizzate e per questo incontrerai sul tuo cammino moltissimi pellegrini vestiti con tuniche bianche
Si tratta di uno dei siti storici più spettacolari non solo dell’Africa ma nel mondo.
Lalibela è davvero un luogo speciale da visitare.

3. Castello di Elmina, Ghana

Situato su quella che un tempo era conosciuta come la “Costa d’Oro”, il Castello di Elmina fu costruito dai portoghesi nel 1482 per consentire loro di controllare la regione e dominare le rotte commerciali. Si tratta del più antico edificio europeo dell’Africa subsahariana, ed è un importante sito storico commovente da visitare, in quanto è stato anche utilizzato per tenere prigionieri gli schiavi africani prima di imbarcarli verso altri Paesi.

4. La Grande Moschea di Djenne, Mali

La Grande Moschea è uno dei simboli più famosi del continente ed è realizzata interamente in terra! Costruita originariamente nel XIII secolo, l’attuale moschea risale al 1907 e ogni anno l’intera città si mobilita per effettuare riparazioni in occasione di una vivace festa locale.

https://www.instagram.com/p/Bo5kPrfnNad/

5. Ile de Goree, Senegal

A poca distanza da Dakar, la colorata Ile de Goree ha un passato oscuro: i francesi hanno ospitato qui gli africani per quasi trecento anni prima di spedirli all’estero costringendoli a una vita di schiavitù. Adesso sull’isola ci sono molti edifici coloniali dai colori vivaci, un’atmosfera rilassata sull’isola ed è solo quando si vedono le fosche prigioni e le catene di ferro che si comincia a capire la sua storia oscura.

6. Isola di Robben, Sudafrica

Situata al largo della costa di Città del Capo, Robben Island è il luogo in cui Nelson Mandela è stato imprigionato per diciotto anni e, di conseguenza, è uno dei siti storici più importanti del continente. Visitare le piccole celle della prigione dove sono stati tenuti i prigionieri politici durante l’apartheid è un’esperienza emozionante e drammatica, ma illuminante e necessaria.

View this post on Instagram

A bucket list item for sure! #Repost @visitsouthafrica_uk ・・・ This year marks Nelson Mandela's centenary, so there's no better time to visit South Africa. 🇿🇦 To understand some of South Africa's rich history, we recommend paying a visit to Robben Island, a @UNESCO World Heritage Site and a former prison where Mandela, spent 18 years of his 27 years incarcerated. Founded in the 17th century, the island has been preserved as a memorial to those who spent many years imprisoned here. Daily tours depart from the Nelson Mandela Gateway at Cape Town's V&A Waterfront at 9am, 11am and 1pm daily. We recommend booking in advance as the tours can get busy. #BeTheLegacy #MeetSouthAfrica

A post shared by Robben Island Museum (@robben_island) on

7. Meroe, Sudan

Anche se il Sudan non figura nella lista delle destinazioni da non perdere, i suoi abitanti sono tra i più accoglienti del mondo e vanta in realtà più piramidi del suo famoso vicino settentrionale. Un tempo parte di una fiorente civiltà, le antiche piramidi di Meroe sono una delle attrazioni più impressionanti del Sudan e ricevono ancora pochissimi visitatori a causa della loro posizione remota nel Sahara.

Un luogo affascinante che con le sue 200 piramidi è anche Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

8. Kilwa, Tanzania

Kilwa era una delle città più potenti lungo la costa dell’Africa orientale, ma purtroppo fu distrutta quando i portoghesi bombardarono l’isola nel 1503. Oggi sull’isola si trovano le rovine di palazzi, edifici reali e una bella ma fatiscente moschea, mentre è ben conservato il forte di Kilwa che allude al suo illustre passato.

Raramente è visitata dai turisti, perciò vagare per l’isola da soli è un’esperienza incredibile.

9. Anfiteatro di El Jem, Tunisia

Costruito dai Romani intorno al 238 d.C., l’Anfiteatro di El Jem è molto ben conservato e somiglia molto al Colosseo di Roma.

Un tempo ospitava combattimenti tra gladiatori e spettacoli pubblici, mentre in tempi più moderni è stato protagonista di film come Il Gladiatore e Life of Brian dei Monty Python.

Al tramonto o all’alba El Jem si colora e diventa perfetto per scattare foto incredibili.

10. Grande Zimbabwe, Zimbabwe

Costruite tra l’XI e il XIV secolo, le vaste rovine del Grande Zimbabwe sono le più grandi dell’Africa subsahariana e anche solo per questo meritano sicuramente una visita.

Le gigantesche mura, le torri e gli edifici della città mostrano un’architettura fantastica e, durante il suo periodo di massimo splendore, è stato il cuore economico, politico e religioso di un vasto impero.

Oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO, il Grande Zimbabwe è un’altra delle gemme nascoste del continente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close