Close
2 giorni a Città del Messico

2 giorni a Città del Messico

Città del Messico è una delle città più culturalmente ricche, avventurose e interessanti del mondo. Dal favoloso cibo di strada agli edifici storici, è un luogo che ti farà innamorare a prima vista. Ecco quindi il i posti che ho scoperto vivendo in città per due anni.

Città del Messico è una delle mie città preferite nel mondo. Camminare per le sue strade, a volte, è come fare un viaggio con la macchina del tempo attraversando l’epoca delle piramidi, passando per quella delle case coloniali e arrivando ai ristoranti moderni e minimalisti. Questa città è piena di sorprese. Ma cominciamo dal principio!

GIORNO 1

8.00 – Iniziando la tua giornata con una colazione al Café La Blanca verrai catapultato negli anni ’50. Questa caffetteria è molto tradizionale, ma attrae diversi tipi di avventori, come artisti e politici. È certo però che non vi troverai alcun turista.

9.45 – Cammina per Zócalo, dove potrai visitare i palazzi più importanti della città, sia dal punto di vista religioso che da quello politico; è stato infatti l’epicentro della storia del Messico sin dall’inizio. Gli aztechi costruirono una città e il loro tempio più importante nel punto in cui trovarono un’aquila che mangiava un serpente: fondarono dunque Tenochtitlan in cima a un lago. Oggi, nel punto in cui sorgeva il Tempio Maggiore, c’è una grande chiesa chiamata  Catedral Metropolitana: questa chiesa fu costruita dai conquistadores spagnoli usando le pietre del tempio messicano. Roba da pazzi, eh?


La Catedral Metropolitana, Photo credit: jiuguangw via Visual hunt / CC BY-SA

12.00 – Fai una passeggiata nell’area pedonale di Madera ed esplora i numerosi locali circostanti: troverai molte boutique, librerie, ristoranti, caffetterie, e chiese. Se ti piacciono l’architettura e la storia, prenditi 10 minuti per visitare il Sanborns, un caffè-ristorante all’interno della Casa del los Azulejos. Non concentrarti sul cibo, le bellissime piastrelle ti regaleranno fotografie meravigliose. Se vuoi mangiare qualcosa prova i tacos di Canasta Chucho. Non si tratta di tacos qualsiasi: puoi scegliere infatti tra diversi condimenti come fagioli, patate, bacon con salsa verde, uova e molto altro.

13.00 – Se il cielo è azzurro, vai a vedere la città dall’alto della Torre Latinoamericana. Il punto di osservazione panoramico è al 42º piano e da lì puoi vedere molti luoghi importanti della città.

14.00 – Cos’è questo brontolio? Sembra che tu sia abbia fame. È noto che in Messico si pranzi tardi, intorno alle due o alle quattro del pomeriggio. Fai una pausa nel leggendario Bar La Opera che è stato usato come location per molti film. Se ti interessa, chiedi al cameriere di mostrarti il punto in cui Pancho Villa ha lasciato un foro di proiettile.

15.30 – È tempo di tornare all’avventura e di visitare Bellas Artes. Questo affascinante edificio ha una facciata molto moderna, ma i suoi interni sono completamente Art Déco. Inoltre, c’è sempre qualche mostra e vorrai passarci moltissimo tempo grazie al bellissimo bar e alla libreria.


Il Palacio de Bellas Artes, Photo credit: Mario Paredes via Visualhunt.com / CC BY-ND

16.00 – Ora hai due opzioni: puoi camminare lungo Alameda e ordinare un caffè da Trevi dall’altra parte della strada, oppure puoi andare al Franz Mayer Museum e visitare l’esposizione permanente o passare un po’ di tempo nel bellissimo patio con giardino.

18.00 – Continua a camminare lungo Av Juárez. Qui, puoi visitare il Palazzo della Lotteria (compra un biglietto, non si sa mai che la fortuna sia dalla tua parte). Prosegui finché non arriverai al Monumento della Rivoluzione dove potrai decidere se visitare il museo.

19.00 – Sei hai ancora un po’ di fame concludi la tua giornata con una cena da Mesón de Puerto Chico che si trova a un isolato dal Monumento della rivoluzione.

22.00 – Dopo cena, vai in Piazza Garibaldi (la fermata della metro è Eje Central che si trova a 10 minuti a piedi dall’ultima stazione della linea verde). Questo posto è pieno di gruppi di mariachi che fanno a gara per ottenere l’attenzione del pubblico. Scegli la tua band preferita e richiedi qualche canzone (è molto importante lasciare la mancia alla fine della performance). Dopo, se ti andrà, potrai visitare il leggendario bar Tenampa e ordinare un mezcal o una tequila. Fai una gara con i tuoi amici per vedere chi regge meglio le scosse elettriche (si tratta di una tradizione messicana molto particolare) e ammira i murales finché la tua vista non si annebbia.

GIORNO 2

9.00 – Svegli e pimpanti! Comincia alla grande con un colazione nel quartiere di Coyoacán. Si tratta di un quartiere tranquillo e molto carino dove una volta c’erano molte case dei contadini; ora invece è piena di musei, bar e si respira un’atmosfera interessante. Dirigiti verso Mercado de Coyoacán e, se ti va, mescolati tra gli abitanti del posto ordinando una quesadillas tradizionale chiamandola “kekas” con alcune huaraches. Infine fai un giro per il mercato e divertiti.

10.00 – Vai a visitare la Casa Blu, l’ultima dimora di Frida Kahlo. L’edificio è stato donato alla città dal suo ex marito Diego Rivera, per onorare la sua memoria.

11.30 – Dirigiti verso il quartiere di Roma e cammina lungo Álvaro Obregón. Una volta lì, perditi tra le sue strade. Al Parque Mexico puoi vedere i bambini che giocano e i cani che corrono. Prendi Amsterdam Street, che una volta era un ippodromo, e fatti strada verso il quartiere di Condesa. Una libreria, un negozio di antiquariato, o un delizioso bistrò, attireranno la tua attenzione. Goditi l’atmosfera.

15.00 – Dirigiti verso Avenida Reforma e ammira l’Ángel de la Independencia. Più giù, verso Chapultepec, dovrai decidere se visitare il castello, il amayo Museum, la foresta o se partecipare a un evento al Museo dell’Antropologia.


Ángel de la independencia, Photo credit: Francisco Diez via VisualHunt / CC BY

19.00 – È l’ora perfetta per andare al tradizionale Mexican lucha libres all’Arena Mexico. I wrestler solitamente si sfidano il martedì e il giovedì ma dai un’occhiata al loro programma per esserne sicuro. Divertiti facendo il tifo per i lottatori e mangiando una quantità infinita di cibo spazzatura.

21.00 – È tempo di cenare! Assaggia una delle più famose delizie messicane: il tacos al pastor. Una delle mie taquerie preferite in assoluto è El Califa, ma capirai presto che ognuno ha le proprie preferenze in merito. Non dimenticarti di ordinare l’água de jamaica, un tè freddo di ibisco, per accompagnare i tuoi tacos.

22.30 – Se ancora non sei stanco, vai a La Botica e assaggia i diversi tipi di mezcal. Questo tradizionale liquore messicano è molto diverso dalla tequila; non dimenticarti di accompagnare un poi di queijo Oaxaca. Se vuoi provare qualcosa di più esotico ma comunque tradizionale, vai alla Pulquería Los Insurgentes e assaggia un bicchiere di pulque.

E infine… 

La città è situata su una pianura e per questo su può tranquillamente girarla in bicicletta. C’è un servizio di bike sharing, ma è anche possibile affittare delle bici e su due ruote riuscirai a vedere tutto. Se stai in città per più tempo o vuoi fare anche un’escursione, potresti visitare le piramidi di Xochimilco o Teotihuacán che sono vicine a Città del Messico. Questa gita occuperà all’incirca mezza giornata.

 

Cover credit:  <a href=”https://www.flickr.com/photos/criminalintent/16480547967/” target=”_blank”>Lars Plougmann</a> via <a href=”https://visualhunt.com/photos/city/” target=”_blank”>Visual hunt</a> / <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/” target=”_blank”> CC BY-SA</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close