Close
7 tappe obbligatorie durante un viaggio in Israele

7 tappe obbligatorie durante un viaggio in Israele

Cerchi sole, spiaggia, deserto, cultura e un cambio di scenario? Parti per Israele!

Il prossimo maggio, l’Eurovision avrà luogo a Tel Aviv, una destinazione che attrae ogni anno sempre più viaggiatori. Tel Aviv è una città che accoglie e abbraccia la diversità e le scelte di tutti. Come il resto del Paese, unisce storia e modernità, offrendo ai visitatori una serie di attività che sembrano quasi infinite.
Israele è infatti uno dei pochi paesi che può vantare una scelta completa e variegata di cose da vedere e da fare: storia, arte, mare, divertimento, deserto, natura insieme alla modernità delle grandi città e a un’incredibile offerta gastronomica! Tutto questo in un’area di soli 20.000 km2. Per aiutarti a orientarti, ecco una lista di 7 passi essenziali per rendere indimenticabile il tuo soggiorno in Israele.

1. Tel Aviv

Tel Aviv è una città giovane, in ogni senso: è stata fondata solo nel secolo scorso e la sua popolazione è relativamente giovane, dinamica e cosmopolita. Ti sorprenderà vedere come una città con un’architettura (va detto) caotica ed esteticamente discutibile possa stregare e sedurre a tal punto. Tel Aviv riflette l’urbanistica e la modernità delle grandi città e rivela il suo lato più autentico nei mercati o nella città vecchia di Jaffa. Tra la spiaggia delimitata da una lunga pista ciclabile, bar, negozi e ristoranti alla moda, Tel Aviv è un ottimo punto di partenza per qualsiasi soggiorno in Israele.

2. Gerusalemme

Gerusalemme, o “Jeru” per i locali, è la città più grande del Paese. Situata al crocevia delle tre religioni monoteistiche simboleggiate dal Monte degli Ulivi, dal quale si può godere di una vista mozzafiato sulla città e sulla cupola della Rocca, Gerusalemme non è solo una Città Santa. E’ anche una città studentesca dove è possibile festeggiare e rilassarsi la sera dopo una giornata di visite ricche di storia. Ti consiglio di visitare il Muro del Pianto dove la carica spirituale ed emotiva è palpabile. Se anche tu vuoi mettere un bigliettino nelle pareti del Kotel, non dimenticare di non voltare le spalle al muro quando te ne vai.

3. Safed

Safed, o Tsaft, “la città blu dei cabalisti”, è un piccolo gioiello che sembra uscito dalle storie che mi raccontavano da piccola. Una visita a questa città arroccata sulle colline della Galilea è un vero e proprio viaggio nella mistica ebraica. I tetti, le porte, le tombe e gli interni delle sinagoghe dipinte di blu rendono Tsaft ancora più affascinante e accattivante. Visita pure le sinagoghe, entra nei negozi d’arte e avventurati in cima alle scale per raggiungere tetti segreti. Se vuoi pranzare ma non vuoi sederti a tavola, prova un delizioso panino yemenita preparato davanti ai tuoi occhi in un’atmosfera gioiosa e allegra, al Lahuhe Original Yemenite Food Bar.

4. I mercati

Lo “shuk” è il luogo ideale per trovare ricordi perfetti, per entrare nel vivo dell’atmosfera e della cultura locale passando (anche) per il cibo tipico della zona. I miei shuk preferiti sono lo shuk Ha’Carmel a Tel Aviv e lo shuk Mahane Yehuda a Gerusalemme.

5. Masada

Un soggiorno in Israele sarebbe incompleto senza un viaggio nel deserto. La fortezza di Masada è, secondo me, una tappa da non perdere. Una volta raggiunto questo bellissimo sito archeologico, potrai godere di una vista mozzafiato sul Mar Morto e sul deserto della Giudea. Ti conviene raggiungere la fortezza a piedi prima dell’alba, eviterai così il caldo che può essere davvero feroce, e potrai ammirare l’alba sul Mar Morto. Se possibile, viaggia con una guida che ti racconti l’incredibile storia degli ultimi sopravvissuti della rivolta dei patrioti ebrei contro l’esercito romano.

6. Il Mar Morto


Una volta tornati da Masada, una nuotata nel Mar Morto sarà più che meritata. Attenzione però, l’acqua può essere molto calda! Una volta lì, prendi dell’argilla e applicala su tutto il corpo prima di immergerti nell’acqua… alla fine del bagno avrai la pelle di un bambino!
Un consiglio spassionato: non depilarti il giorno prima di fare il bagno nel Mar Morto, brucia da morire!

7. Cesarea

Caesarea è un altro importante sito archeologico. È una città portuale che fu costruita nel 29 a.C. da Erode il Grande. Scoprirai molti resti antichi come l’acquedotto, l’ippodromo e l’anfiteatro romano che ogni estate viene usato per i concerti. A Cesarea, come nel resto del Paese, antichità, storia e modernità si fondono per un risultato unico nel suo genere. La spiaggia della nuova città di Caesarea è una delle più belle ed esclusive del Paese. Proprio accanto al parco naturale dell’antica città romana, c’è un complesso lussuoso, la Città Nuova, dove è possibile anche celebrare matrimoni in un ambiente eccezionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close