Close
8 cose da vedere in un giorno a Segovia

8 cose da vedere in un giorno a Segovia

Tra monumenti imperdibili e splendide viste sulla Sierra di Guadarrama scopriamo insieme 8 cose da vedere assolutamente a Segovia.

A 90 km da Madrid, Segovia è una destinazione ideale per una gita di un giorno dalla capitale. Per aiutarvi a ottimizzare il vostro tempo durante la visita alla città castigliana, Musement ha preparato un itinerario con otto posti da non perdere.

Ci sono infatti diversi monumenti dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco che giustificano l’atmosfera antica che ancora si respira e la sua ricca eredità storica. Segovia offre ai visitatori sia monumenti imperdibili che splendide viste sulle montagne del Guadarrama. Ecco gli otto cose da vedere a Segovia.

1. L’Alcazar

Eretto sulla cima di una scogliera alla confluenza dei fiumi Ciguiñuela ed Eresma, l’Alcázar de Segovia è una fortezza impressionante che è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità e che si dice abbia ispirato il castello di Cenerentola. A sua volta, l’Alcazar è stato utilizzato come prigione, scuola militare, accademia di artiglieria e infine come museo. Se non altro per il panorama che si può godere dal castello, vale già la pena di essere visitato.

2. L’acquedotto

Si tratta di uno dei simboli più rappresentativi della città ed è una delle più grandi opere di ingegneria che l’Impero Romano abbia lasciato in Spagna, anche se la leggenda narra che sia stata opera del diavolo. Formato da 166 archi lungo 17 chilometri, l’acquedotto è stato costruito con lo scopo di condurre l’acqua dalle montagne alla città; sfida la legge di gravità poiché non è stato usato nessun tipo di cemento per tenere insieme la struttura, ciò che lo mantiene in piedi è l’equilibrio delle forze.

3. La cattedrale

In Plaza Mayor sorge la famosa cattedrale di Segovia. Di stile tardo gotico, la sua costruzione risale al 1525. Sono di particolare importanza la Puerta del Perdón, la facciata principale, l’interno a tre navate con transetto e abside semicircolare circondato da cappelle, le interessanti vetrate, pale d’altare e un transetto dove sono custodite le reliquie di San Frutos. Non dimenticate di passare davanti al chiostro di Juan Guas, che è stato spostato, pietra dopo pietra, dalla sua posizione originale.

4. Il muro

Costruito con le pietre tombali dell’antica necropoli romana, il muro di Segovia segue il tradizionale sistema di costruzione in muratura calcarea fondato su grandi conci di granito. Il suo scopo era quello di circondare la città per proteggerla e infatti si estende per più di 3.000 metri, iniziando e terminando all’Alcazar. Oggi si possono ancora vedere alcune delle sue cinque porte originali, quelle di Santiago, San Cebrián e San Andrés, insieme ad alcuni portelli come l’Alcazar, San Matías, Luna e Sol.

5. Il Quartiere Ebraico

Passeggiare per le affascinanti strade del quartiere ebraico di Segovia è come viaggiare indietro nel tempo, quando le strade del Vecchio Quartiere ebraico, del Nuovo Quartiere ebraico, di Santa Ana, di Corralillo de los Huesos erano abitate da diverse generazioni di ebrei già nel XV secolo. I Re Cattolici ordinarono il loro confinamento in un recinto chiuso all’interno delle mura e per questo, a sud della città, è sorta una ricca comunità che si riunisce nella la vecchia Sinagoga Principale.

6. El Torreón de Lozoya

Nella Plaza de San Martín a Segovia troviamo un palazzo chiamato Torreón de Lozoya. Si tratta di una grande fortezza a scopo difensivo la cui costruzione risale al XIV secolo. In origine apparteneva alla famiglia Cuellar, e in seguito fu trasformato in un palazzo rinascimentale da Francisco de Eraso, il nuovo proprietario. L’edificio passò poi nelle mani della famiglia Lozoya. Oggi la Torre è utilizzata come sala espositiva dalla Fundación Caja Segovia.

7. Zecca Reale

Tra le nostre tappe essenziali durante un tour di un giorno a Segovia vogliamo includere anche la Zecca Reale, un esempio dei pochi edifici di questo tipo arrivati fino a noi. La Zecca Reale è un edificio del XVI secolo che promuoveva l’industria della zecca, una tradizione che risale all’epoca romana. E’ uno dei più antichi edifici industriali della Spagna, venne eretto nella Casa Reale, e utilizzava la coniatura a rulli. Infatti, era l’unica zecca spagnola autorizzata a coniare i 50 reales d’argento (chiamati cincuentines) e i 100 escudos d’oro (centenes).

8. I punti di vista

Concludiamo con stile questa lista delle cose da vedere a Segovia, salendo in cima a uno dei suoi punti panoramici per godere di una vista panoramica della città e dei suoi dintorni. Ci sono diversi belvederi tra cui scegliere, come Zamarramala, La Piedad, Canaleja, Terminillo e Fromkes Garden.

View this post on Instagram

#segovia #spain #city

A post shared by Alberto (@albertucho5) on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close