Close
Cinque insolite attività invernali

Cinque insolite attività invernali

L’inverno sta arrivando, il che significa che molti amanti delle attività invernali stanno tirando fuori dagli armadi gli scarponi da sci, i pattini da ghiaccio e i dischetti da hockey, mentre altri si stanno assicurando che i loro kayak, barche e biciclette siano in condizioni sufficientemente buone per reggere la prossima stagione. Sì, avete capito bene. Musement passa in rassegna cinque insolite attività invernali.

Con l’inverno alle porte, i più avventurosi sono pronti ad arrampicarsi sulle montagne e a sorvolare gli specchi d’acqua ghiacciati. Alcuni lo faranno in modo poco convezionale.
Ecco cinque insolite attività invernali.

Skijöring

Questo sport praticato nei mesi freddi utilizza un’attrezzatura tipica da sport invernale, gli sci da fondo. Tuttavia, invece di utilizzare gli sci per percorrere distese di neve farinosa, gli “sciatori” sono trainati da un cane o da un cavallo. Le origini dello Skijoring sono incerte, ma le prime competizioni professionistiche pare si siano svolte in Scandinavia e si ritiene che questo sport risalga a migliaia di anni fa. I campionati mondiali si svolgono in Canada, Svezia e Norvegia, ed è uno sport diffuso in tutto il mondo, in particolare in Russia. Coloro che praticano questo sport indossano una cintura da skijoring che si lega intorno alla vita; delle fasce che si avvolgono intorno alle gambe la mantengono in posizione, anche se una normale imbragatura da alpinismo di solito è sufficiente.


Skijoring, foto: PhotoBobil

Vela su ghiaccio

Sembra un ossimoro tanto quanto Hell’s Angels (Angeli dell’inferno), ma uno sport come la vela su ghiaccio esiste davvero. Una barca da ghiaccio assomiglia molto ad una barca a vela, ad eccezione del suo fondo, che è dotato di sci o pattini per scivolare sul ghiaccio. Questo sport, che risale al XIX secolo, ha origini europee ed è stato praticato su molte distese ghiacciate tra cui il lago Baikal in Russia, il lago Võrtsjärv in Estonia, il lago Cedar in Canada, il lago Balaton in Ungheria e altri ancora.


Vela su ghiaccio, foto: Carter Brown

Kayak sulla neve

Un’altra attività che suona come un ossimoro, ma che in realtà è esattamente quello che sembra, è il kayak sulla neve, che non è certo per i deboli di cuore. Per il kayak sulla neve sono utilizzati i tipici kayak progettati per il rafting in acque bianche e altri sport acquatici. Coloro che praticano questo sport scendono su piste innevate utilizzando una pagaia per manovrare il kayak. Il kayak sulla neve è un’attività sportiva diventata popolare solo nel corso degli ultimi 15 anni, e anche se non possiede radici antiche quanto altri sport, sembra abbia le potenzialità per diventare entrare nella storia.


Kayak sula neve, foto:Malo

Snow biking

Un conto è affrontare la pioggia, la neve, il nevischio e la grandine in bicicletta per raggiungere l’ufficio sani e salvi; un altro è sfidare tutti questi elementi su sentieri di montagna. Conosciuto anche come “fat biking”, nello snow biking si percorrono sentieri in sella ad una bicicletta dotata di copertoni con larghezza di quattro o cinque pollici per ridurre il rischio di slittare e scivolare. La bici è inoltre dotata di freni a disco, che a quanto pare sono particolarmente adatti alle condizioni invernali.  Potrai trovare molte persone che praticano questo sport, che negli ultimi anni sta avendo sempre più successo in tutto il mondo, dalle Montagne Rocciose del Colorado alle Alpi svizzere. In realtà, qualcuno ha iniziato ad usare la fat bike tutto l’anno.


Le Fat Bike per lo Snow Biking, foto: TrailSource.com

Polar Bear Plunge (Tuffo dell’orso polare)

Di certo avrai sentito di persone che, durante le vacanze estive, si immergono in acqua per nuotare con gli squali, a volte protetti da una gabbia, a volte no. Bene, una volta arrivato l’inverno, ci sono persone che si immergono in acqua per fare il “tuffo dell’orso polare”. Anche se in realtà non si tratta esattamente di nuotare con gli orsi polari, un’elevata resistenza al freddo è comunque necessaria. E dato che l’ipotermia è un rischio concreto, non è un’attività molto meno pericolosa che nuotare davvero con gli orsi polari. Vengono chiamati Orsi Polari coloro che si radunano per nuotare nell’oceano quando le temperature sono rigide. Molte volte i loro raduni rappresentano dei veri e propri spettacoli pubblici che si tengono durante le festività, come il tuffo di Capodanno a Scheveningen in Olanda e quello di Coney Island a New York. Altre volte, le persone partecipano per sostenere cause umanitarie e associazioni di beneficenza.


Gli “Orsi Polari”, foto: Eagle102.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close