Close
Un giorno ad Agrigento e alla Valle dei Templi

Un giorno ad Agrigento e alla Valle dei Templi

Il sito archeologico più famoso della Sicilia, la Valle dei Templi, è soltanto una delle meraviglie di Agrigento. Ecco una guida per aiutarvi a esplorare questo sito spettacolare in un solo giorno.

Il modo più spettacolare per raggiungere Agrigento è farlo via mare. La vista sui templi greci e il lo sfondo punteggiato di colline rendono questo panorama uno dei più belli di tutta l’Europa. La Valle dei Templi si trova tra il mare e la città di Agrigento in cima alla collina e, tra i resti archeologici e la città, c’è una bellissima e tranquilla distesa verde dove i campi coltivati si alternano agli scavi e alle rovine. Si tratta del luogo dove sorgeva gran parte della città antica di Akragas (o, per i romani, Agrigentum).

Dal centro della città è possibile arrivare a piedi al sito archeologico scendendo dalle pendici della collina, ma è molto più facile e veloce raggiungerlo con i bus locali (1, 2, o 3) che passano di frequente — anche se meno di frequente la domenica. Puoi comprare in un bar il biglietto per una corsa oppure un biglietto valido tutta la giornata, e puoi chiedere al guidatore di lasciarti scendere alla Valle dei Templi. L’ingresso agli scavi è gratuito per i i cittadini europei sotto i 18 anni e per gli over 65, mentre è ridotto per gli studenti tra i 18 e i 25.

Considerando la bellezza e la ricchezza della Valle dei Templi, calcola almeno tre ore di visita, e prenditi anche il tempo di fare qualche pausa e di rinfrescarti. Ti consiglio di portare con te una guida o una mappa storica per comprendere meglio la natura del luogo, e non dimenticarti di portare una bottiglia d’acqua e di mettere la protezione solare, specialmente durante il periodo estivo.


Il Tempio di Era nella Valle dei Templi

La Valle dei Templi è divisa in due parti. Nella parte est ci sono i resti più importanti e spettacolari: c’è infatti il Tempio di Eracle, che risale al VI secolo a.C. e che è il più antico del sito; c’è poi il Tempio della Concordia, con la sua struttura monumentale, che è il meglio conservato poiché è stato convertito in una chiesa cristiana nel VI secolo d.C.. Infine c’è il Tempio di Era di cui restano alcune colonne, un gigantesco altare sacrificale e alcuni scalini che portano ancora il segno degli incendi del 406 a.C., quando Akragas venne conquistata e saccheggiata dai cartaginesi.

Nella parte ovest troverai i resti di uno dei templi più grandi del mondo antico, il Tempio di Zeus. Probabilmente questa imponente costruzione non fu mai completata e venne danneggiato dagli invasori cartaginesi, ma si ne può ammirare una riproduzione piuttosto fedele nel museo museo archeologico lì vicino.


Il Tempio della Concordia nella Valle dei Templi

Oltre alle rovine c’è una splendida gola verde che una volta era il laghetto per i pesci di Akragas. Il FAI (Fondo Ambiente Italiano) si è preso cura di questo luogo, abbandonato per lungo tempo, e lo ha trasformato nel Giardino della Kolymbetra; in questo meraviglioso giardino ci sono moltissime varietà di piante e alberi da frutto, tra cui limoni, mandarini e gelsi.

Se hai ancora energia, ti consiglio di esplorare anche Agrigento, una città decisamente medievale, piena di piccole strade tortuose e antiche. In cima, c’è il Duomo della città, mentre ai piedi della collina è possibile visitare uno dei luoghi più significativi di Agrigento, la chiesa di Santa Maria dei Greci.

Prenota la tua visita nella magnifica Valle dei Templi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close