Close
10 luoghi mitologici nel mondo da visitare

10 luoghi mitologici nel mondo da visitare

I miti sono ancora più affascinanti quando si possono visitare i posti che li riguardano. Ecco 10 luoghi mitologici nel mondo da visitare ancora oggi.

Nell’antichità, prima della radio, del cinema, di Netflix, e prima ancora della scrittura, il tempo libero veniva occupato raccontando e ascoltando storie. Quelle storie di dei e di eroi sono quelle che noi oggi chiamiamo “mito”. Come ben sappiamo, a ogni storia fa da sfondo un luogo (o più luoghi); quello che vogliamo proporvi è un viaggio nella storia alla scoperta di alcuni luoghi che sì, appartengono al mito, ma che sono anche luoghi reali e che possiamo visitare. Scopriamo insieme 10 luoghi mitologici nel mondo da visitare.

1. La Roccia di Andromeda, Jaffa, Israele

La città di Jaffa ha origini bibliche. Si dice infatti che sia stata fondata da uno dei figli di Noè, Jafet, dopo il diluvio universale. Al largo della costa di Jaffa si trova la Roccia di Andromeda che, secondo la mitologia greca, è il luogo dove fu incatenata la principessa Andromeda per essere sacrificata a un mostro marino prima di essere salvata da Perseo.

2. Yomi-No-Kuni, Giappone

Lo yomi, secondo la mitologia shintoista, è il regno dei morti secondo la mitologia giapponese, è il luogo in cui vanno ad abitare i morti. È governato da Izanami, una sorta di divinità creatrice e madre del Giappone, e la sua entrata si troverebbe in quella che era Provincia di Izumo situata nella zona orientale della prefettura di Shimane nella regione dello Chūgoku. Secondo il mito, è sigillato da un grande masso.

3. Il giardino delle Esperidi, Cirene, Libia

In questo giardino, dono nuziale di Zeus a Era, cresceva il melo dai frutti d’oro che Eracle colse per la sua undicesima fatica. Cirene, città sulla costa libica, sarebbe la città che ospitava il giardino. Di certo, ancora oggi, è possibile ammirare i resti del Tempio di Zeus e del Santuario di Apollo, entrambi così affascinanti da togliere il fiato.

4. Scilla e Cariddi, Stretto di Messina

Scilla e Cariddi sono due mostri marini (un gigantesco scoglio e un gorgo) che facevano naufragare qualunque navigante avesse l’ardire di passarvi attraverso. Sono citati nel mito degli Argonauti e nell’Odissea, ma il loro mito è precedente al viaggio di Ulisse: Scilla venne trasformata in uno spaventoso mostro marino da Circe; Scilla, disperata, si nascose in una grotta dove incontrò un altro mostro marino, Cariddi, che punita da Zeus per la sua voracità risucchiava e rigettava l’acqua del mare e tutto quello che ci passava in mezzo. Scilla e Cariddi sono rispettivamente, la punta calabrese e quella siciliana (Torre Faro, per la precisione) che formano lo stretto di Messina, da sempre molto difficile da navigare a causa delle forti correnti che lo caratterizzano.

5. Eea, promontorio del Circeo

Abbiamo appena citato Circe, la maga che trasformava gli uomini in porci – sorte che toccò anche ai compagni di Ulisse. Ci sono opinioni contrastanti su dove collocare geograficamente Eea, la dimora di Circe: nell’Odissea si parla di un’isola, e per questo molti l’hanno identificata con l’isola di Ponza o con Ustica; l’ipotesi più accreditata però la colloca sul promontorio del Circeo che dal mare sembra proprio un’isola.

6. La grotta di Calipso, Gozo

Durante il suo viaggio verso Itaca, Ulisse fece diverse tappe. Quella sull’Isola di Ogigia insieme a Calipso durò ben sette anni: Calipso abitava in una grotta profonda che si apriva su idilliaci giardini con natura rigogliosa, fiumi, torrenti e sorgenti. La grotta di Calipso viene collocata sull’Isola di Gozo, nel punto in cui si può ammirare dall’alto Ramla l-Ħamra, la bellissima spiaggia rossa.

7. Il labirinto del Minotauro, Creta

Il mito del filo di Arianna, di Teseo e del labirinto del Minotauro sono oggi più vivi che mai a Creta. Vicino a Heraklion è possibile visitare il palazzo di Cnosso (il palazzo del re Minosse), così intricato da essere considerato un vero e proprio labirinto.

8. Il Regno Fatato, Knockma Hill, Irlanda

Il leggendario popolo fatato irlandese dimora sulle colline irlandesi. Si dice che il regno del re Finvarra si trovi sottoterra, sotto la collina fatata di Knockma vicino a Galway; il suo ingresso è segnalato da un solco (ancora oggi visibile sulla collina) scavato da un nobiluomo che cercò di salvare la sua sposa rapita proprio dal re delle fate.

9. La dimora degli dei, La Collina di Tara, Irlanda

Restiamo in Irlanda ma ci spostiamo vicino a Dublino. Nella Contea di Meath si erge la Collina Reale di Tara, un luogo molto importante per molte ragioni: innanzitutto in cima alla collina di trova Pietra del Destino, un mitico monolite senza il quale, si dice, l’Irlanda sprofonderebbe; inoltre, non solo Tara fu la dimora dei Feniani, i Cavalieri del Destino protettori dell’Irlanda, ma è anche considerato il luogo dove viveva il popolo degli dei, i Tuatha de Danaan.

10. La tomba della regina Branwen, foce del fiume Afon Alaw, Galles

Concludiamo questa rassegna dei luoghi mitologici nel mondo da visitare ancora oggi con un luogo della mitologia gallese.Il Mabinogion è un gruppo di testi in prosa che uniscono eventi storici che risalgono all’Alto Medioevo, miti e tradizioni antichissimi (alcune databili addirittura all’Età del Ferro). Tra le altre storie, viene raccontata quella della regina Branwen che arrivò in Galles dopo essere fuggita insieme ad altri sette dall’Irlanda messa a ferro e fuoco. La foce dell’Afon Alaw in Anglesey (in gallese aber Alaw) è il luogo dove, secondo il mito, la regina morì di crepacuore dopo aver dato un ultimo sguardo alle coste d’Irlanda. Il suo luogo di sepoltura invece si troverebbe a Llanddeusant lungo le rive del fiume Alaw.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close