Close
5 cose da fare a New York durante la Fashion Week

5 cose da fare a New York durante la Fashion Week

La settimana della moda è arrivata. I tendoni sono stati montati e le personalità di spicco, tirate a lucido per l’occasione, stanno prendendo posto in in prima fila per vedere cosa hanno serbo per noi le collezioni primaverili. Ma in una città stilosa come New York c’è sempre qualcosa da fare che non riguardi la moda. Musement vi suggerisce cinque cose da fare a New York Durante la Fashion Week che non riguardano la moda.

L’inizio dell’anno nuovo significa una cosa sola per gli amanti della moda: la Settimana della Moda sta arrivando. Editor, buyer, socialite, celebrity e conoisseurs si vestono di tutto punto e prendono posto in first row a New York, Londra, Parigi e Milano per vedere le collezioni invernali degli stilisti, mentre noi comuni mortali dobbiamo accontentarci di rimanere incantati di fronte ai look delle passerelle attraverso i social network e le fotogallery di Style.com.

In ogni caso a, New York, non tutto gira intorno alla moda. Se hai bisogno di prenderti una pausa dalle sfilate, o se non sei un appassionato di moda, ecco quindi cinque cose da fare a New York durante la Fashion Week che non riguardano la moda.

 

1. Vivi gli anni ’70 al MoMA

Qualche decina di anni fa, New York non era tutta moda e lusso come oggi. Era una città decisamente più aspra e meno glamour e, durante gli anni Settanta e Ottanta, era anche la meta preferita di giovani artisti come Madonna, Cyndi Lauper, Keith Haring, Jean-Michel Basquiat, il regista Scott Whitman, l’artista polacco Jacek Tylick, e i Fleshtones.
Alla mostra del MoMa Club 57: Film, Performance and Art in the East Village, 1978-1983 sono esposte per la prima volta molte delle opere presentate al Club 57, lo scantinato di una chiesa polacca in St. Mark’s Place che gli artisti dell’epoca usavano come galleria. Viaggia indietro nel tempo e scopri lo spirito innovativo ed eclettico di quel periodo con film, video, performance, opere teatrali, fotografie, pitture, disegni, stampe, collage, e abiti.
Fino al 1° aprile.

 

 

Explore the vibrant filmmaking of New York’s post-punk period with our new series, “New York Film and Video: No Wave–Transgressive." Part of our #Club57nyc exhibition, the survey includes landmark examples of No Wave, Cinema of Transgression, and independent films that grew out of the East Village scene, premiering a number of recent preservations, iconic titles and rarities. … The series kicks off on December 1 with a restoration of “The Long Island Four” (1979)—a Super8 drama following four Nazi saboteurs who are determined to destroy the American way of life, but are quickly seduced by the wine, women, and culture of New York City. Learn about our opening weekend, filmmaker Q&As and more at mo.ma/nowave. … Video: Excerpts of "The Long Island Four." 1979. USA. Directed by Anders Grafstrom. Preserved by The Museum of Modern Art, New York

A post shared by MoMA The Museum of Modern Art (@themuseumofmodernart) on

2. Fai un giro insieme ai fantasmi

I fantasmi non sono la prima cosa che viene in mente quando si pensa di New York City: leggende e storie paranormali vengono di solito associati al Vecchio Mondo e a città europee dall’atmosfera letteraria come Londra ed Edimburgo (al massimo a New Orleans, la capitale americana del voodoo). Tuttavia New York è piena di visitatori dell’altro mondo che camminano per le strade della città insieme a volti noti e meno noti. Fai un tour di notte nel Greenwich Village e ascolta le storie dei fantasmi (tra cui quello di  Samuel Clemens, noto ai più come Mark Twain) che si nascondono nell’ombra e tra le vie di questo magnifico quartiere.

 

Enjoy a walk through one of New York’s most beautiful neighborhoods as we explore the unique and legendary mecca to artists, writers and bohemians. Greenwich Village has always marched to beat of its own drum and is one of the most interesting areas in Manhattan. Whether you love history, music, pop culture, or food there is something for everyone to learn about and enjoy. www.topdogtoursnyc.com . . #newyorkcity #manhattan #newyork #ilovenewyork #tourism #travel #instatravel #travelphotography #travelgram #travelgram #walkingtour #visitnewyork #walking #landmark #culture #view #travelphotography #tourists #bigapple #nycgram #tourlife #attraction #nyclife #winter #monument #fountain #washington #dusk #park

A post shared by Top Dog Tours NYC (@topdogtoursnyc) on

3. Mangia coreano

Il ristorante Cote Korean Steakhouse ha aperto a giugno e rapidamente è diventato uno dei ristoranti più amati della città. Il proprietario Simon Kim e lo chef David Shim hanno dato nuovo lustro al tipico barbecue coreano. Ti consigliamo di provare il “Butcher’s Feast” che comprende quattro tagli di carne bovina che variano a seconda della disponibilità giornaliera (tranne le costine “galbi”, che invece ci sono sempre) e costa 45$ a persona; il “Banchan” (una selezione di contorni coreani), insalate, souffle all’uovo e due stufati (uno dei quali naturalmente è il kimchee) accompagnano la cena, da concludere con un ottimo gelato alla vaniglia. La carta dei vini merita e una menzione speciale e gli aspiratori di fumo di cui sono forniti tutti tavoli ti faranno uscire dal ristorante senza odore di cibo sui vestiti.

 

4.  Assaggia qualche delizia tipica di NYC

New York è nota per la sua varietà di persone, colori… e sapori! La Grande Mela è infatti una delle migliori città del mondo (forse la migliore!) in cui mangiare: a New York puoi trovare qualsiasi tipo di cucina, di alta classe o abbordabile, e oltre ai ristoranti è pieno di corner di street food che i viaggiatori gastronomici non potranno fare a meno di provare. Con questo tour di tre ore avrai la certezza di provare tutto quello che c’è da assaggiare (e ci sarà anche una sorpresa).

 

5.  Vai da Calzedonia (Concedeteci almeno un punto modaiolo!)

Fino ad ora, Milano, Londra e Parigi condividevano una cosa che invece mancava alla loro sorella di Fashion Week: Calzedonia. Questo brand italiano di legwear e beachwear è molto amato in Europa per la qualità dei suoi prodotti, per i prezzi ragionevoli e per i suoi design alla moda e divertenti. Oltre ai classici collant coprenti disponibili in qualunque colore immaginabile, ci sono un sacco di pattern e modelli decorati, ideali per dare una svolta a un outfit banale. Segui l’esempio degli esperti di moda della città e fai un giro nel nuovo negozio sulla Quinta.
(Fifth Av and 49th Street, sito web).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close