Close
10 sport insoliti di cui non avevi mai sentito parlare

10 sport insoliti di cui non avevi mai sentito parlare

Il mondo è bello perché è vario, e lo è senza dubbio anche lo sport. Scopriamo insieme 10 sport insoliti originari da ogni angolo del mondo.

Se sport come il calcio, la pallacanestro e il cricket sono famosi e praticati in gran parte del mondo, ci sono altri sport incredibili da provare, magari meno noti.
Che siate appassionati di boxe o di calcio, di corse o di baseball, ecco dieci sport insoliti originari da tutto il mondo, per incuriosirvi o per invogliarvi a provare qualcosa di completamente nuovo.

1. Arnis, Filippine

Conosciuta anche come Eskrima, l’arnis è un’arte marziale indigena in cui le persone usano mani aperte, e armi improvvisate o bastoni, spade e coltelli. I contendenti combattono a una velocità notevole, bloccando, parando e colpendo a più non posso! Si tratta di uno sport molto divertente da guardare, che richiede molta tecnica e resistenza da parte di chi lo pratica.

2. Chess Boxing, Europa

Creata dall’artista olandese Iepe Rubingh, la “boxe a scacchi” era originariamente concepita come una performance artistica. Ora, però, si è trasformata in uno sport competitivo unisce alla perfezione muscoli e cervello. Con un round di scacchi seguito da un round di boxe, vince chi chi fa per primo scacco matto o un KO.

3. Chinlone, Myanmar

Lo sport nazionale del Myanmar, il Chinlone, è di natura non competitiva ed è quasi più una forma d’arte o di performance piuttosto che uno sport in quanto i giocatori sono incoraggiati a passare la palla nel modo più divertente e creativo possibile. Creato per intrattenere i reali birmani nei tempi antichi, il Chinlone è bello da vedere e mostra il ricco patrimonio culturale del Myanmar.

4. Dandi Biyo, Nepal

Giocato da due o più giocatori, il Dandi Biyo prevede un bastone e un perno di legno, rispettivamente il dandi e il biyo, quest’ultimo viene posto su un buco nel pavimento. Il gioco consiste nel far volare il legno usando il bastone e nel cercare di prenderlo. I punti vengono assegnati anche se nessuno lo prende e se il giocatore riesce a lanciarlo di nuovo nel buco.

5. Hurling, Irlanda

Questo gioco ha più di 4.000 anni ed è ancora estremamente popolare in Irlanda; l’obiettivo è che i giocatori segnino un punto o un gol schiacciando una palla con un bastone di legno oltre il portiere o sopra la traversa e tra i pali. Anche se è molto divertente da giocare, bisogna stare attenti a non farsi colpire da un bastone sventolante!

View this post on Instagram

#hurling #ireland

A post shared by Breda Canty (@bredacanty) on

6. Kabaddi, Bangladesh

Un po’ come “ce l’hai”, il gioco che facevamo al parco da bambini, il kabaddi vede squadre di sette giocatori affrontarsi su un campo con un giocatore alla volta in ogni squadra che avanza nel territorio dell’altro. I punti vengono assegnati in base al numero di giocatori che l’avversario riesce a toccare prima di essere placcato o affrontato.

https://www.instagram.com/p/B60vERTFAZF/

7. Peteca, Brasile

Prende il nome dall’oggetto a forma di volano attorno al quale si basa il gioco. Spesso si vedono persone che giocano a peteca su una qualsiasi delle bellissime spiagge del Brasile. Uno sport tradizionale che ha origini indigene, la peteca si gioca colpendo il volano con le mani su una rete fino a quando un lato non riesce a riprenderlo. E’ molto divertente, ed è lo sport perfetto da fare o guardare mentre si è in spiaggia!

View this post on Instagram

💛💙 #peteca #intermed

A post shared by Maísa tupiná (@maisatupina) on

8. Rodeo, Cile9. Sepak Takraw, Sud-Est asiatico

10. Buzkashi, Asia centrale

10.
Praticato sia in Kazakistan che in Kirghizistan e dalle comunità turche di altri paesi dell’Asia centrale, il Buzkashi non è certo per i deboli di cuore. Il gioco, vecchio di secoli, vede i giocatori a cavallo cercare di accaparrarsi ferocemente la carcassa di una capra o di un vitello (sì, proprio così!) e i punti vengono assegnati quando qualcuno, senza tante cerimonie, la getta in una delle porte della squadra. Nota: la capra non viene uccisa solo per lo scopo del gioco, in quanto viene successivamente cotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close