Close
33 cose da fare e vedere a Milano

33 cose da fare e vedere a Milano

Milano è una città sempre in movimento, dinamica dal punto di vista creativo e culturale. Ecco una lista per nulla esaustiva su 33 cose da fare e vedere a Milano.

Milano è una città sempre in movimento, dinamica dal punto di vista creativo e culturale, e sì, anche bella e piena di cose da vedere. Contrariamente a qualche anno fa, quando questa lista si sarebbe esaurita in cinque punti, oggi Milano è una città al passo con capitali europee come Londra, Berlino e Parigi e 33 punti non bastano a dare un quadro completo di tutto quello che c’è da fare e vedere nel capoluogo lombardo. Senza la pretesa di essere esaustivi, ecco 33 cose da fare e vedere a Milano.

I classici (e qualche chicca)

 

1. Il Duomo: il simbolo di Milano, da visitare sia all’interno che sulle terrazze passeggiando tra le sue guglie.
2. Galleria Vittorio Emanuele: uno spettacolo di luce, colori e decorazioni e una highline panoramica che d’estate offre anche  un’interessante rassegna cinematografica.
3. Il Castello Sforzesco: uno dei monumenti più belli e imponenti della città, dove vengono allestite mostre, eventi e circondato dal polmone verde di Milano, Parco Sempione.

4. Il Cenacolo Vinciano: forse l’opera d’arte più celebre di Leonardo da Vinci, all’interno della Basilica di Santa Maria delle Grazie.
5. La vigna di Leonardo a Casa degli Atellani: un posto incredibile nascosto da un massiccio portone in Corso Magenta. Leonardo soggiornava in questa casa mentre dipingeva il Cenacolo e Ludovico il Moro gli donò una vigna che è stata ripiantata in occasione di Expo 2015.
6. Darsena: a Milano non c’è il mare, ma da quando la Darsena è stata riportata al suo antico splendore, un mood vacanziero e leggero allieta le serate e le giornate dei milanesi e dei visitatori.

7. Villa Necchi Campiglio: una villa patrimonio del FAI nel cuore di Milano che racconta i fasti dell’alta borghesia della città negli anni.
8. Navigli: movida e scorci pittoreschi per delle foto magnifiche.
9. Le Colonne di San Lorenzo: uno dei luoghi di ritrovo più popolari per gli studenti nonché un sito dalla grandissima valenza storica e culturale.

#aPlacetoRemember // Everything changes and I don’t feel the same

A post shared by Davide Marciano (@davidemarciano) on

10. Il Mudec: una collezione permanente unica nel suo genere, proveniente da Africa, Oceania, Asia e Sud America, mostre temporanee sempre all’avanguardia e una location incredibile, quella degli spazi dell’ex Officina Ansaldo.
11. Fondazione Prada: uno spazio dedicato all’arte contemporanea più edgy che ha appena inaugurato un nuovo edificio, Torre Prada; la Torre accoglie un museo, un ristorante e un bar panoramico. Imperdibile anche il Caffè Luce progettato da Wes Anderson.
12. Le Case Museo: Casa Poldi-Pezzoli, Casa Bagatti-Valsecchi, Casa Boschi-Di Stefano sono dei veri e propri tesori nascosti che ospitano collezioni dal valore incredibile.

13. La Scala: il “salotto” dei milanesi dove storia, arte e divertimento si incontrano.
14. San Satiro: una chiesa minuscola in Via Torino dove il Bramante ha fatto una delle sue magie prospettiche. L’abside della chiesa infatti è pressoché inesistente, grazie alla prospettiva le proporzioni sono quelle di uno spazio di circa nove metri.

Vita notturna

15. BASE: uno spazio ricavato anche in questo caso dalle Ex Officine Ansaldo, che in ogni periodo dell’anno viene utilizzato per eventi e concerti (oltre che per manifestazioni come Book City).
16. Macao: un centro sociale e culturale situato nell’ex Borsa del macello di Milano che di notte si anima con musica elettronica di ogni genere per serate che vanno avanti fino all’alba.
17. Magnolia: un centro Arci alle porte di Milano che ospita sempre concerti di musica rock, indie, ed elettronica, con artisti sia Italiani che internazionali.

📍

A post shared by Simone Zagari (@asafeshelter) on

18. Lacerba: un bar futurista in zona Crocetta. I cocktail sono molto particolari e l’ambiente arredato con pezzi di modernariato e locandine regala un’atmosfera davvero unica.
19. Lecco Milano: uno dei locali più popolari per la movida LGBTQ, in zona porta Venezia. Si fa aperitivo, ci si rilassa e, se i proprietari del locale sono in vena di improvvisare un DJ Set, si balla anche.
20. La Boum: quando il Lecco chiude, è il momento di continuare la serata alla Boum, a NoLo. Nella sala principale viene suonata musica revival, italiana e straniera, da Nilla Pizzi a Loretta Goggi, passando per Shakira e Gigi d’Ag.

21. Il Tempio del Futuro Perduto: un nome esistenzialista per uno spazio in zona Monumentale che offre una line up musicale sempre interessante e che dà la possibilità di donare un indumento o un libro invece di pagare la tariffa di ingresso.
22. Frida: un locale dall’atmosfera unica, con murales e veranda, in Isola.

Shopping

23. Bivio: una vera Mecca per tutti coloro che amano la moda ma hanno un budget limitato. Bivio è un resale di abiti e accessori usati – o meglio “pre-amati” – dove è possibile scovare delle vere chicche. Ha due location, una vicino alle Colonne di San Lorenzo in via Gian Giacomo Mora, l’altra in Porta Venezia in Via Lambro.
24. Wait&see: un negozio che mette allegria con abiti e accessori ricercati e che fanno parte delle collezioni di giovani designer emergenti.
25. Fiera di Senigallia: il mercato “hippy” di Milano, dove trovare chincaglierie, abiti etnici, dischi e molto altro. Tutti i sabati lungo il Naviglio Grande.

Caffè letterari

26. Libreria del Mondo Offeso: un delizioso spazio in Brera dove è possibile pranzare, fare merenda, e comprare libri.
27. Verso: un catalogo fornitissimo con titoli di case editrici indipendenti, ottimi aperitivi e incontri tematici molto interessanti, in Corso di Porta Ticinese.
28. Gogol: anche qui, catalogo molto vasto, incontri culturali, ottimo per mangiare qualcosa a qualunque ora del giorno e della sera (resta aperto fino alle 22), ma anche spazio per il co-working. Durante le serate estive anima spesso Zona Tortona con feste ed eventi.

Dove mangiare

29. Valà: delizioso come un salotto di casa, un menù di cucina italiana casereccia, ma al tempo stesso sofisticata, dove i grandi classici vengono declinati in modo inedito e stuzzicante.
30. Miscusi: aperto da poco, ma già di grande successo. Il paradiso degli amanti della pasta: solo pasta fresca fatta in casa accompagnata dalla varietà più prelibata di sughi fantasiosi.

Il mio tessssssoro . . #miscusi #miscusiofficial #pastalovers #welovepasta #eater

A post shared by miscusi.official (@miscusi.official) on

31. Pavè: il posto ideale per colazioni felici. Le brioche sono indimenticabili e anche il menù del pranzo regala molte soddisfazioni. Durante il periodo natalizio, i panettoni (sia classici che creativi) sono imperdibili – e dunque da prenotare in anticipo!
32. Cascina Cuccagna: una vera e propria cascina in città, con tanto di orto e prodotti a chilometro zero.
33. Mare Culturale Urbano: un concept simile a Cascina Cuccagna, ma con un’atmosfera più ruspante. Vengono organizzati incontri, cinema all’aperto in estate, e serate a tema con cibo etnico per favorire l’integrazione culturale.

Sveglia=Ricompensa.

A post shared by pavemilano (@pavemilano) on

1 comment

  1. Bello e utile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close