Close
5 mostre da vedere a Parigi questo autunno

5 mostre da vedere a Parigi questo autunno

Da Francis Bacon al Centre Pompidou, a Degas al museo d’Orsay, Musement ti consiglia 5 mostre da non perdere quest’autunno a Parigi.

Con più di 200 musei e più di 1000 gallerie d’arte, Parigi è un paradiso per gli amanti della cultura, soprattutto perché le collezioni permanenti sono sempre integrate da mostre temporanee che vengono regolarmente rinnovate. E poiché l’autunno segna non solo la fine dell’estate ma anche l’inizio della stagione culturale, ecco cinque mostre che aspettiamo con impazienza e che vi aiuteranno ad affrontare meglio il cambio di stagione.

1. Francis Bacon – In un linguaggio semplice

Dopo molte interessanti mostre monografiche che il Centre Pompidou aveva dedicato a diversi artisti, a settembre, sarà il turno dell’artista britannico Francis Bacon con una retrospettiva dedicata agli ultimi due decenni del suo periodo di maturità. Questa mostra, che copre il lavoro di Bacon dal 1971 al 1992, si concentra in particolare sul legame intrinseco tra i dipinti dell’artista e la letteratura. È nella letteratura e attraverso lo studio dei suoi autori preferiti come Nietzsche o T.S. Eliot che Bacon trovò l’ispirazione necessaria.

Dove? Centre Pompidou.
Quando? Dall’11 settembre 2019 al 20 gennaio 2020

2. Degas all’Opera

Ogni artista ha il suo universo. Se Francis Bacon prendeva ispirazione da ciò che leggeva, Edgar Degas prendeva ispirazione da ciò che vedeva. E fu soprattutto all’Opera che trovò le risorse necessarie per la sua ispirazione. Autentico testimone della vita parigina del XIX secolo, l’artista non ha esitato a sgattaiolare dietro le tende dell’Opera per esplorare l’universo che nascondeva e rivelarlo al resto del mondo, nella sua autenticità, senza cercare di sublimarlo.

Dove? Musée d’Orsay.
Quando? Dal 24 settembre 2019 al 19 gennaio 2020

3. Da Vinci al Louvre

Quest’anno ricorre il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci ed è stato naturale che il Museo del Louvre gli dedicasse una retrospettiva. È infatti il Louvre ad avere la più grande collezione al mondo dei dipinti dell’artista italiano. La mostra di questo autunno comprenderà i cinque dipinti (La vergine delle rocce, La Belle Ferronnière, La Gioconda, San Giovanni Battista e Sant’Anna) e i 22 disegni della collezione permanente del museo insieme ad altre opere in prestito dalle maggiori istituzioni internazionali. Questa mostra eccezionale sarà anche un’occasione per conoscere meglio non solo la tecnica artistica di Leonardo da Vinci, ma anche l’uomo stesso.

Dove? Museo del Louvre.
Quando? Dal 24 ottobre 2019 al 24 febbraio 2020

View this post on Instagram

. 🇫🇷 [CONCOURS PHOTO] – Il ne vous reste plus que 3 jours pour participer a notre concours ! 🔺 Comme @marc_nouss avec cette magnifique prise de vue, partagez votre plus belle interprétation de la Pyramide du Louvre sur Instagram avec le #30ansPyramide jusqu’au 30 juin 2019 ! – 🏆 Les vainqueurs remporteront l’un des 3 lots offerts par @boutiquesdemusees : une estampe JR au Louvre (par @ateliersdartdesmuseesnationaux), une tasse JR au Louvre X Bernardaud ou un t-shirt JR Pyramide du Louvre. Dépêchez-vous ! 😉 – – – – 🌎 [PHOTO CONTEST] – Only 3 days left to share your picture! 🔺 Like @marc_nouss with this great shot, share your best photo of the Pyramid with the #30ansPyramide on Instagram before June 30, 2019! – 🎁 The winners will receive one of the 3 gifts offered by @boutiquesdemusées : An engraving JR at the Louvre (@ateliersdartdesmuseesnationaux), an anamorphic cup JR X Bernardaud, or a T-shirt JR Pyramid of the Louvre X Homecore. Grab your camera! 😉 . . . #Louvre #LouvreMuseum #MuséeDuLouvre #PhotoContest #ConcoursPhoto #PyramideDuLouvre #LouvrePyramid #IeohMingPei

A post shared by Musée du Louvre (@museelouvre) on

4. Félix Fénéon (1861-1944). Nuovi tempi: da Seurat a Matisse

C’è chi fa evolvere il mondo dell’arte attraverso le proprie opere e chi lo fa soprattutto attraverso le proprie idee. Félix Fénéon era uno di loro. Figura essenziale e influente nel mondo dell’arte del XX secolo, figura determinante che ha agito da catalizzatore del passaggio alla modernità. Critico d’arte, collezionista esperto, gallerista, giornalista, editore, ha scoperto molti talenti e ha agito in molti modi per difendere un mondo in cui credeva, un mondo illuminato dove tutte le forme d’arte senza distinzione di tempo e di paese potevano dialogare tra loro. La mostra al Musée de l’Orangerie si concentra in particolare sull’anarchico Félix Fénéon e ritrae un uomo attraverso le opere che ha amato e difeso.

Dove? Musée de l’Orangerie.
Quando? Dal 16 ottobre 2019 al 27 gennaio 2020

5. I canoni dell’eleganza

Il gusto per l’opulenza e per ciò che brilla non è riservato solo al mondo dell’haute couture. Anche i soldati hanno il diritto di distinguersi per il loro abbigliamento e sembra che la cosa non gli dispiaccia affatto. Questo autunno, il Musée de l’Armée abbinerà la brillantezza dello splendore guerriero con la grandezza del potere politico. Attraverso una collezione di circa 200 pezzi di armature, gioielli, selle, armi, accessori e persino pezzi di haute couture, i visitatori comprenderanno che il lusso, vera traduzione di rango e potere, è sempre stato parte dell’identità dei soldati. Una delle mostre più sfavillanti a Parigi questo autunno.
Dove? Musée de l’Armée.
Quando? Dal 10 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close