Close
6 Monumenti da vedere a Lisbona

6 Monumenti da vedere a Lisbona

Lisbona è una delle città più antiche d’Europa, abitata, secondo alcuni studi, da più di 3.200 anni. Questa storia secolare viene raccontata dai suoi monumenti.

Grazie a una temperatura gradevole tutto l’anno, una cucina tipica a dir poco deliziosa e una storia ricca e travagliata, Lisbona è una destinazione estremamente interessante.

Qui abbiamo individuato 6 monumenti di Lisbona da vedere assolutamente durante il tuo prossimo viaggio!

1. Torre di Belém

Uno dei monumenti di Lisbona più simbolici e visitati, la Torre di Belém fu costruita nel XVI secolo su richiesta di Manuele I del Portogallo, re di Algarve e Portogallo. Il monumento mostra caratteristiche tipiche dello stile Manuelino (tardo gotico portoghese), con influenze islamiche e orientali che possono essere osservate nella parte esteriore della torre. La struttura è composta da due elementi: la torre a cinque piani e il bastione. La funzione originale della torre era quella di proteggere la città dagli attacchi, negli anni ha perso questa caratteristica ed è stata usata sia come faro che come prigione. Diventata un bene Patrimonio dell’Unesco nel 1983, ogni anno accoglie chi è in visita raccontando una storia straordinaria.

View this post on Instagram

 

A post shared by Celina Isidoro (@celinaisidoro)

2. Castello di San Giorgio

Situato su una delle colline più alte della città, le prime fortificazioni di questo meraviglioso castello risalgono al I secolo a.C., per poi passare di mano in mano a diversi popoli. Tuttavia, soltanto durante il periodo dei Mori, fra il VII e l’XI secolo, venne completata la costruzione delle mura. Il Castello di San Giorgio conobbe il suo periodo di massimo splendore nel XVI secolo, quando divenne dimora del re e della sua corte. Quando questi ultimi spostarono la propria sede al Palazzo della Ribeira, il castello assunse una funzione militare, funzione che mantenne almeno fino al XIX secolo. Il castello venne poi abbandonato per molti anni e soltanto negli anni ’40 venne riqualificato per poi essere aperto al pubblico.

3. Oceanário di Lisbona

L’Oceanário di Lisbona è un grande acquario pubblico, dall’architettura affascinante, che ha sancito ancora più indissolubilmente il legame tra Lisbona e l’oceano. Inaugurato nel 1998, è sicuramente uno dei monumenti di Lisbona da non perdere: con quattro diversi habitat marini riceve ogni anno circa 1 milione di visitatori. Oltre 30 acquari e 8.000 organismi viventi tra piante e animali appartenenti a oltre 500 specie, l’Oceanário di Lisbona contiene circa 7.500.000 litri di acqua. L’acquario centrale è l’attrazione principale, 5.000 litri d’acqua e specie diverse di pesci provenienti dagli oceani di tutto il mondo.

View this post on Instagram

 

A post shared by @jobra690

4. Praça do Comércio (Piazza del Commercio di Lisbona)

La Praça do Comércio, una delle piazze più belle d’Europa, si trova nel cuore di Lisbona, vicino al fiume Tago. Oggi, la piazza è circondata da edifici governativi, in passato sede del Palazzo Reale. Nel centro della piazza si trova la statua equestre di Re Giuseppe I, costruita in onore del re, mentre tutto attorno si trovano 79 archi, un tempo l’ingresso nobile della città. Oggi, a Praça do Comércio vengono spesso organizzati eventi culturali e spettacoli, sicuramente una tappa da includere nel tuo itinerario di viaggio a Lisbona.

5. Monastero dos Jerónimos

Costruito per celebrare il ritorno di Vasco da Gama dall’India, il progetto iniziale del Monastero dos Jerónimos venne creato dall’architetto Diogo Boitaca nel 1501, tuttavia la costruzione di uno dei monumenti di Lisbona più iconici è stata completata soltanto alla fine del XVI secolo, apportando diverse modifiche al progetto originale. I monaci dell’ordine di San Girolamo furono i primi ad occupare il monastero, che negli anni ha ospitato anche una scuola e un orfanotrofio. Nel 1983 il monastero è stato dichiarato bene Patrimonio dell’Unesco, e oggi è una delle attrazioni più popolari di Lisbona e dello stesso Portogallo.

6. Palazzo Nazionale di Ajuda

Il Palazzo Nazionale di Ajuda è stato concepito come la residenza reale della corte portoghese a Lisbona. Progettato dall’architetto Manuel Caetano de Sousa, il re Luigi I si trasferì nel palazzo nel 1861 e vi visse fino alla sua morte. Dal 1910, anno in cui il Portogallo diventò una Repubblica, il Palazzo è diventato un museo. Oggi è possibile visitarlo per ammirare le collezioni d’arte del XVIII e XIX secolo, oggetti in ceramica, sculture, dipinti e celebri opere di El Greco, Géricault e Moroni.

View this post on Instagram

 

A post shared by arianrod_7.2 (@arianrod_7.2)

Se vuoi saperne di più sulla capitale portoghese, leggi anche il nostro articolo sui migliori parchi e le aree verdi di Lisbona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close