Close
Rose, libri e romanticismo per festeggiare San Jordi a Barcellona

Rose, libri e romanticismo per festeggiare San Jordi a Barcellona

Se sei romantico e le tradizioni ti affascinano, programma un viaggio a Barcellona per la fine di aprile: grazie al leggendario coraggio di Sant Jordi camminerai per strada circondato dalle rose e da giovani innamorati.

Di tutti i giorni dedicati ai santi in Catalogna (e credetemi ce ne sono parecchi!) il mio preferito in assoluto è il giorno di Sant Jordi, il 23 aprile. Chiamatemi nostalgica o inguaribile romantica, ma trovo non ci sia niente di più bello di un giorno in cui posso trovare libri ovunque e gli innamorati si regalano una rosa rossa.

San Jordi è il santo patrono della Catalogna e viene celebrato in tutta Barcellona con mercatini e bancarelle che vendono rose rosse e gli ultimi libri pubblicati. Ci sono anche molti eventi letterari in diversi luoghi della città, incontri e letture con gli autori (pronti anche ad autografare le copie). Durante questa festa anche soltanto una passeggiata in una della vie più importanti della città come Las Ramblas, Passeig de Gràcia e Rambla de Catalunya può essere un’esperienza unica.

Probabilmente vi starete chiedendo come mai questo santo venga celebrato con rose e libri. Ebbene, ci sono molte leggende a riguardo, ma gli abitanti della Catalogna ritengono che la più attendibile sia quella originaria di Montblanc, un piccolo villaggio del sud. Si narra che la città fosse in lotta con un terribile drago che terrorizzava e uccideva moltissime persone; un giorno, un valoroso soldato di nome Jordi salvò una principessa dal suo infausto destino uccidendo il drago trafiggendolo alla gola con la spada. Un cespuglio di rose spuntò nel punto in cui venne versato il sangue del drago, per questo le rose sono il simbolo della festa e gli innamorati se le regalano a vicenda.

Per quanto riguarda la parte della festa che ha a che fare con i libri, questa fu introdotta negli anni ’30 per celebrare Miguel de Cervantes che morì proprio il giorno di Sant Jordi nel 1616. Negli anni ’90 l’Unesco dichiarò il 23 aprile il Giorno Internazionale del Libro per celebrare la letteratura e per onorare altri autori significativi come Shakespeare.


Photo credit: francesc_2000 via flickr / CC BY 2.0

Tornando al presente, come accade per molte altre leggende, la tradizione rivive attraverso una festa molto commerciale, ma i suoi presupposti romantici restano ancora molto saldi. Sant Jordi è la festa preferita della maggior parte dei catalani grazie al fatto che romanticismo, rose profumate e letteratura creano una bellissima atmosfera in tutta la città, e anche se non si tratta di una festa nazionale moltissime persone vi partecipano.

Se capiti a Barcellona il 23 aprile ecco alcuni suggerimenti per vivere al meglio il giorno di Sant Jordi.

Plaça Catalunya

In occasione di Sant Jordi i piccioni si spostano da Plaça Catalunya per fare posto alle bancarelle di rose e di libri. I librai spesso sono accompagnati dagli autori in persona che prendono parte a letture, autografano le copie, e concedono interviste ai giornalisti.

Las Ramblas

Se di solito evito la Ramblas perché è una trappola per turisti, piena di posti che offrono paella surgelata e sangria a caro prezzo, mi piace davvero frequentarla in questo periodo speciale dell’anno. Sant Jordi non mi delude mai grazie alla sua fila infinita di bancarelle di libri e di rose che riempiono la Rambla in tutta la sua lunghezza.


Photo credit: oh-barcelona via flickr / CC BY 2.0

Passeig de Gràcia

Lungo Passeig de Gràcia, oltre alle bancarelle di rose e di libri di bancarelle, si può ammirare Casa Batlló, il famoso capolavoro di Gaudì. La leggenda di Sant Jordi e il drago rivive sulla facciata dell’edificio con il dragone e con le rose intrecciate (Gaudì infatti si ispirò alla storia di San Jordi).

 


Photo credit: Casa Batllo, by Karen Matthews

Rambla de Catalunya

Si tratta di uno dei miei posti preferiti a Barcellona perché trovo che sia molto più autentico e rilassato della Rambla. Qui troverai rose, libri e una grande folla.

Plaça Sant Jaume

Se ne hai abbastanza di libri e rose, puoi visitare Plaça Sant Jaume al calar della sera per provare la Sardana, un tradizionale ballo catalano.

Casa de la Ciutat

Il municipio di Barcellona, Casa de la Ciutat, è aperto al pubblico solo pochi giorni all’anno e Sant Jordi è uno di questi. Puoi visitarlo gratuitamente e vedere quali sono i progetti per la città.

 


Casa Batllo, Barcellona

Cover credits:  <a href=”https://www.flickr.com/photos/hellostanley/” rel=”nofollow” target=”_blank”>Stanley Wood</a> via <a href=“https://www.flickr.com/” rel=”nofollow” target=”_blank”>flickr</a> / <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/” rel=”nofollow” target=”_blank”> CC BY 2.0</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close