Close
17 delle migliori regioni vinicole al mondo per l’enoturismo

17 delle migliori regioni vinicole al mondo per l’enoturismo

Dalla California alla Borgogna, dall’Ungheria, alla Toscana e all’
Argentina, Musement offre una panoramica di 17 regioni del mondo importantissime per l’enoturismo.

Per tutti coloro che amano scoprire una destinazione attraverso l’espressione del suo terroir vitivinicolo, Musement ha compilato una lista di 17 regioni vinicole in tutto il mondo pianificare un soggiorno indimenticabile all’insegna dell’enoturismo.

1. Napa Valley, Stati Uniti

L’enoturismo nella Napa Valley in California è piuttosto sviluppato. Il modo migliore per scoprire i vigneti più belli della regione? A bordo del Napa Valley Wine Train.
P.S.: Alcune opzioni includono un trasferimento andata e ritorno da San Francisco.

2. Georgia

Pochi lo sanno, ma Georgia è una delle più antiche civiltà del vino nel mondo. Se soggiornate in Tbilisi e se, tra le tante cose da fare e da vedere nella capitale, visitate il Museo Nazionale della Georgia, potrete esplorare più di 8.000 anni di storia del vino attraverso reperti archeologici, come frammenti di vasi del VI secolo a.C. che venivano utilizzati per la conservazione del vino.

3. Bordeaux, Francia

La regione di Bordeaux è senza dubbio una delle regioni vinicole più famose per l’enoturismo e per una buona ragione. Da Saint-Émilion alla Route des Châteaux, la regione Bordelais è la culla di alcuni dei più importanti vini del mondo. Se volete saperne di più sul vino, non perdetevi una visita alla Cité du Vin.

4. Stellenbosch, Sudafrica

La vite è coltivata a Stellenbosch dal 1679 e questo lo rende il luogo ideale per degustare alcuni dei migliori vini del Sud Africa in un ambiente davvero eccezionale.

5. Valle del Douro, Portogallo

Classificati come patrimonio dell’Umanità UNESCO, i paesaggi della Valle del Douro sono unici al mondo e di eccezionale bellezza. Se avete la fortuna di partecipare ad un’escursione da Porto, sarà senz’altro indimenticabile.

View this post on Instagram

The oldest vineyards are planted on traditional terraces supported by dry stone walls. These historic walled terraces rise up the rocky slopes like the steps of the Pyramids, the product of centuries of Herculean labour. Now classified as World Heritage, they form one of the world’s most dramatic and inspiring vineyard landscapes. They are longer build today. Patamares are modern terraces cut into the mountainsides using earth moving equipment. They are not supported by walls but are separated by tall earth banks. From a distance or from the air, they have the appearance of giant contour lines. #douro #dourovalley #douroregion #Vineyards #wine #portwine #active #holidays #vacations #inspiration #northernportugal #portugal #wineregion #travel #travelling #igtravel #igportugal #visitportugal #visitdouro #loveportugal #luxury #bestdestination #instatravel #lovetotravel #dourowine #winetourism #douroriver #landscape #winedestinations

A post shared by Douro Valley Wine Region (@douro.valley) on

6. Toscana, Italia

Naturalmente, se si pensa alla Toscana, vengono subito in mente le sue colline verdi con i vigneti dorati dal sole del tramonto. La reputazione dei vini toscani è ormai consolidata, soprattutto perché la Tenuta San Guido Bolgheri Sassicaia 2015 è stata nominata “il miglior vino del mondo” dalla rivista Wine Spectator nel 2018. Inoltre a Firenze ci sono moltitour di degustazione da fare.

7. Lavaux, Svizzera

Nel XIII secolo i monaci cominciarono a costruire le terrazze di Lavaux per piantare le viti. Questi paesaggi vitivinicoli unici e caratteristici, che si affacciano sul lago di Ginevra, sono stati classificati come patrimonio dell’Umanità UNESCO e meritano senza dubbio una visita. 


8. Tokaji, Ungheria

La produzione e la storia dei vini Tokaji è una delle più interessanti al mondo. Si dice che questo “re dei vini, vino dei re”, molto apprezzato durante il corso di Versailles, fosse il vino dolce preferito da Luigi XIV. Non lasciate l’Ungheria senza aver visitato le cantine storiche della regione (vicino al villaggio di Szegi per esempio).

9. Piemonte, Italia

Quando pensiamo ai vini del Piemonte, sono prima di tutto il Barolo e il Barbaresco a venirci in mente, e a ragione, poiché sono le due superstar dei vini rossi della regione. Ma che dire del Timorasso? Si tratta di un vitigno autoctono quasi scomparso e recuperato in extremis. Il Timorasso è un vino bianco potente, più corposo delle classiche varietà bianche, particolarmente apprezzato per il suo potenziale di invecchiamento.

View this post on Instagram

Questo weekend abbiamo girato il video di Mr.Timorasso. L’abbiamo fatto con la speranza che non sia solo il videoclip di una canzone ma che diventi un inno e un manifesto di un territorio e di un vino, nelle cui gocce si nasconde tutta la passione, la libertà e la pazzia di chi lo produce (che avremo nel video, ma non voglio spoilerarvi troppo). Il vino è la cosa che assomiglia di più alla musica: lo impariamo a conoscere da adolescenti e ci accompagna fino alla vecchiaia. Per farlo bisogna bisogna fare un sacco di prove ed essere estremamente sinceri. E poi ce n’è per tutti i gusti e di tutti i generi: dal più indie al più pop, dal più leggero al più hardcore. Se questo video riuscirà a raccontare anche solo la metà di tutte queste cose, io sarò felicissimo ma soprattutto vorrà dire che il nostro regista Davide Bonaldo @fegatd , avrà fatto un lavoro incredibile. Nel frattempo grazie a tutti quelli che hanno partecipato al video: Pietro, il nostro giovane protagonista, la Sobria Orchestra Timorasso (@marciui_80 @leonardo.barbierato @carlotorti @ilquadernodicharlie ), @terrederthona e #stradadelvino e a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno ballato con noi al tramonto ieri sera. A breve il video. 💜💜💜💜 • • • • • • • • #timorasso #timorassoderthona #derthonatimorasso #timorassowine #wine #vineyard #indieitalia #indieitaliano #cantautore #vino #mosto #musicadimosto #mostocantautore #mrtimorasso #

A post shared by MOSTO (@musicadimosto) on

10. Hunter Valley, Australia

La Hunter Valley, situata a pochi chilometri a nord di Sydney è la più antica regione vinicola dell’Australia ed è una tappa essenziale per qualsiasi viaggio enogastronomico nel territorio.

11. Santorini, Grecia

Su terreni vulcanici e in condizioni climatiche estreme, con quasi nessun approvvigionamento idrico, le viti di Santorini, vengono coltivate con il sistema tradizionale kouloura. Questo metodo di potatura delle viti è utilizzato soltanto a Santorin e a Pantelleria in Sicilia, e protegge le uve dal vento e dalla luce diretta del sole.

12. Borgogna, Francia

Una terra di vino e gastronomia, la Borgogna; è sempre stata una destinazione di punta per l’enoturismo per gli epicurei di tutto il mondo, imperdibile per scoprire il terroir di alcuni dei migliori vini francesi.

13. Sicilia, Italia

La Sicilia è una meta turistica che raramente lascia indifferenti. I suoi vitigni sono suddivisi in una gamma completa e diversificata di vini di carattere che esprimono, ognuno a suo modo, l’autenticità del proprio terroir. Dai vini dell’Etna, a quelli di Pantelleria e al dolce Marsala prodotto nell’omonima regione, l’orizzonte delle scoperte è quasi infinito.

14. Finger Lakes, Stati Uniti

Non molto conosciuta in Europa, la regione vinicola dei Finger Lakes nello Stato di New York si trova a due ore dalle Cascate del Niagara. Nel 2015 è stata addirittura votata “migliore destinazione per il turismo del vino” dalla rivista Wine Enthusiast. Si possono gustare alcuni dei migliori Chardonnay e alcuni dei migliori Riesling in America.

View this post on Instagram

We'll be here all day July 4th, 10 AM to 5 PM, and The Terrace at 1886 will be open! Enjoy a flight of five wines with seasonal local cheese selections on the rooftop of our 1886 Reserve Room. It might be one of the best views of our vineyard and Keuka Lake. See you tomorrow! ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ #travel #travelblogger #tourism #instatravel #keepexploring #createexplore #iloveny #getoutside #vacationmode #planforvacation #nys #newyorkexplored #iloveny #flx #fingerlakes #keukalake #fingerlakeswine #vacationgoals #wanderlust #winevacation #mytravelgram #traveltheworld #winetasting #winelovers #winetime #instawine #winelover #foodpairing #winepairing

A post shared by Dr. Konstantin Frank Winery (@drfrankwine) on

15. Champagne, Francia

Nessun vero enofilo può dirsi tale se non ha mai visitato lo Champagne (o se almeno non è nella sua lista di cose da fare) la regione dell’enoturismo per eccellenza. Il turismo del vino è particolarmente sviluppato in Champagne e i viticoltori saranno lieti di guidarvi alla scoperta delle case e delle cantine dove si producono le bollicine più famose del mondo.

16. Provincia di Mendoza, Argentina

La provincia di Mendoza è il più importante produttore di vino in Argentina, con oltre il 70% del vigneto totale. Al confine con ilChile, nella cordigliera delle Ande, i paesaggi sono incredibili e rendono ogni soggiorno enologico incomparabile.

17. La Rioja Spagna

È la culla del vigneto più antico e nobile della Spagna, La Rioja, dove si producono alcuni dei vini più famosi della nazione, è di conseguenza l’enoturismo è particolarmente sviluppato. Dopo una visita al Museo Vivanco, vi consigliamo di esplorare i vigneti in bicicletta o a cavallo, fermandovi per degustazioni intorno alle cantine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close