Close
5 cose da sapere prima di visitare Park Güell

5 cose da sapere prima di visitare Park Güell

Vuoi vivere un’esperienza davvero indimenticabile? Ecco allora 5 cose da sapere prima di visitare Park Güell

Park Güell si trova nella periferia di Barcellona, è stato progettato da Antoni Gaudí e sembra uscito dalle pagine di un romanzo fantasy. Non soltanto è Patrimonio dell’Umanità UNESCO, ma dalle sue terrazze si possono ammirare alcune delle vedute sulla città più spettacolari. Ecco cinque cose da sapere sul Park Güell: qualche aneddoto interessante sulla sua costruzione e alcuni suggerimenti utili per rendere indimenticabile la tua visita.

1) Prendi i biglietti in anticipo

Park Güell è un’attrazione molto famosa e importante, per questo ti consigliamo di pianificare in anticipo la tua visita e di prenotare i biglietti così da non perdere tempo in fila. Il biglietto d’ingresso si può comprare online i bambini sotto i sei anni entrano gratis, mentre i bambini sotto i dodici anni e gli over 65 anni pagano un biglietto ridotto.

2) Scopri la storia del parco

Sarebbe un peccato visitare Park Güell, un vero capolavoro dell’architettura, senza capirne la storia e il significato. Eusebi Güell, un importante imprenditore, acquistò un terreno su un punto privilegiato che dominava dall’alto la città di Barcellona e nel 1885 commissionò il parco a Gaudí come complesso residenziale privato. Güell chiese a Gaudí (il cui stile art nouveau catalano è conosciuto in tutto il mondo) di dare vita alla sua visione di una straordinaria città giardino progettando un villaggio composto da case perfettamente integrate con la natura per stabilire una simbiosi tra uomo e terra. Sfortunatamente per lui, gli acquirenti non si dimostrarono particolarmente entusiasti e solo 2 delle 60 ville progettate furono costruite, ma, fortunatamente per noi, al loro posto venne costruito il parco che oggi i visitatori possono esplorare e toccare con mano nelle sue incredibili sculture.

View this post on Instagram

Beautiful rocks😍 #barcelona #parkguell #rocks #googlemaps

A post shared by Gus (@tavomoreira) on

3) Porta una bottiglietta d’acqua e indossa scarpe comode

Mentre esplori il parco o ti arrampichi sulle scale a mosaico il caldo sole spagnolo ti farà venire sete, perciò è importante che tu abbiamo con te bottiglietta d’acqua, o una borraccia. Indossa inoltre scarpe comode e preparati a qualunque condizione meteorologica (con cappello e crema solare in estate, per esempio); dopotutto stai per trascorrere la giornata in un parco…

View this post on Instagram

rehusó #tb

A post shared by alyssamaximov (@alyssamaximov) on

4) Prenditi tutto il tempo necessario per esplorare il parco

Dal 27 ottobre al 23 marzo il parco resta aperto dalle 8.30 alle 18.00, mentre dal 27 marzo al 26 ottobre dalle 8.00 alle 21.30. Programma la tua visita in base a questi orari e magari, se è autunno o inverno, arriva presto la mattina in modo da avere tutto il tempo necessario per esplorare il parco prima che faccia buio senza scapicollarti. In estate e in primavera invece, può essere una buona idea aspettare il tramonto a Park Güell e vedere Barcellona dall’alto durante la golden hour.

5) Visita il Museo della Casa Gaudí

Dopo aver fatto una passeggiata nel Parco Güell visita la Casa Museo di Gaudí. L’ingresso è e pagamento, ma ne vale davvero la pena visto che Gaudí visse qui dal 1906 al 1925. Fai attenzione: ci sono tre ingressi al Parco, e questo può creare confusione, ma l’ingresso principale è quello in Carrer d’Olot dove si trova la Casa del Guarda, il custode non ufficiale del Parco. C’è anche un ottimo ristorante per cenare all’interno del parco.

View this post on Instagram

Come out of hiding You're safe here with Me There's no need to cover What I already see You've got your reasons But I hold your peace You've been on lock-down And I hold the key 'Cause I loved you before you knew it was love And I saw it all, still I chose the cross And you were the one that I was thinking of When I rose from the grave Now rid of the shackles, My victory's yours I tore the veil for you to come close There's no reason to stand at a distance anymore You're not far from home And now I'll be your lighthouse When you're lost at sea And I will illuminate Everything No need to be frightened by intimacy No, just throw off your fear And come running to Me 'Cause I loved you before you knew it was love And I saw it all, still I chose the cross And you… – JESUS . . . . . . 🎶 Out of Hiding | Steffany Gretzinger

A post shared by Joanna Valdez (@pursuedwanderer) on

Scopri le esperienze disponibili per visitare Parc Güell:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close