Close
6 delle più belle spiagge colorate del mondo

6 delle più belle spiagge colorate del mondo

L’inverno si avvicina e voi sognate solo mare, sole e spiagge paradisiache? Scopriamo quali sono le più belle spiagge colorate del mondo e dove trovarle.

L’inverno è alle porte, e se c’è chi tra di noi non vedeva l’ora arrivasse il momento di avvolgersi nelle coperte e bere qualcosa di caldo davanti a un bel film, c’è anche chi sogna solo spiagge, caldo, sole, mare azzurro, e cocktail con gli ombrellini colorati come decorazione. Ed è proprio a questi ultimi che noi vogliamo fare un regalo. Sappiamo quanto può essere dura per voi là fuori: l’estate dura al massimo un paio di mesi, e voi avete solo voglia di passare il tempo sdraiati in spiaggia a rosolare unti di crema solare, di passeggiare lungo la battigia con il sole negli occhi e fradici di sudore, di uscire nelle caldissime sere estive con la fragranza dell’antizanzare come unica eau de toilette.

Il nostro regalo per voi è una lista di spiagge da sogno dove volare con la mente, o per le quali comprare immediatamente un volo. E le “spiagge da sogno” non sono delle semplici spiagge bianche e incontaminate: nei sogni tutto è possibile, e le spiagge che abbiamo trovato per voi hanno tutti i colori dell’arcobaleno!

Scopriamo insieme sei spiagge colorate da sogno nel mondo.

Rosa – Horseshoe Bay Beach, Southampton, Bermuda

Passeggiate in riva al mare, dicevamo. Ebbene, passeggiare a piedi nudi su una romanticissima spiaggia di sabbia rosa è sicuramente qualcosa di incredibile. Questa meravigliosa spiaggia delle Bermuda deve la sua tonalità rosa pastello – che crea un contrasto stupendo con il turchese acceso del mare – a un animaletto che cresce nel corallo che circonda della zona e che ha una conchiglia rosa come casa; quando muore, il suo guscio si mescola alla sabbia bianca della spiaggia rendendola così un posto unico al mondo.

Gialla – Porto Ferro, Sardegna

Il giallo è il colore del sole, dell’energia e di molti frutti estivi. Perfetta per una vacanza all’insegna degli sport acquatici è la spiaggia gialla di Porto Ferro che deve il suo colore così particolare a un mix di calcare arancione, conchiglie e depositi vulcanici.

View this post on Instagram

Wave bath

A post shared by @ blublubluzzz on

Rossa – Kaihalulu Beach, Maui, Hawaii

Nonostante il rosso non sia tradizionalmente il colore del paradiso, questa spiaggia dalla sabbia rossa paradisiaca lo è davvero: è molto difficile da raggiungere perché dovrete chiedere il permesso per attraversare una proprietà privata e mettervi alla prova con un avventuroso trekking. D’altro canto però, grazie a queste difficoltà, la spiaggia sarà davvero incontaminata e per nulla affollata, e voi potrete godervi lo spettacolo mozzafiato di una spiaggia a mezzaluna dalla sabbia rosso acceso, protetta da scogliere rocciose dello stesso colore bagnata dal mare blu inchiostro. Kaihalulu Beach deve il suo colore caratteristico ai residui di cenere lavica di cui è pieno il suolo circostante.

Verde – Papakōlea Beach, Big Island, Hawaii

Restando in tema di spiagge difficili da raggiungere, spiaggia verde di Papakōlea vi lascerà senza parole dopo diverse ore di percorso di trekking e arrampicata. Sì, avete capito bene, stiamo proprio parlando di una spiaggia dalla sabbia verde, un fenomeno naturale più unico che raro: è infatti l’olivina, una pietra semipreziosa a darle questa tonalità.

Viola – Pfeiffer Beach, California

Una spiaggia color ametista sembrerebbe il frutto dell’immaginazione di un disegnatore di cartoni animati, e invece in California possiamo visitare una spiaggia dalla sabbia viola degna delle nostre più sfrenate fantasie. Pfeiffer Beach deve la sua tonalità viola alle scogliere di manganese che arricchiscono la sabbia con piccoli cristalli violacei. Un vero spettacolo, specialmente al tramonto.

Nera – Mosteiros, Isole Azzorre

Concludiamo con una spiaggia nera, un grande classico sempre di grande fascino. Alle Azzorre sull’Isola di Sao Miguel si trova la spiaggia do Mosteiros, una spiaggia vulcanica nera come la pece così chiamata perché a mezzo miglio dalla riva sorgono dall’oceano blu scuro gli ilhéus dos Mosteiros, quattro faraglioni, anch’essi neri, che sono ciò che resta di un’isola vulcanica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close