Close
11 delle migliori piste ciclabili a lunga percorrenza in Italia

11 delle migliori piste ciclabili a lunga percorrenza in Italia

Con vista mare, attraverso le Alpi o fluendo dolcemente in pianura, di piste ciclabili a lunga percorrenza in Italia ce n’è per tutti i gusti e per tutti i livelli di preparazione atletica.

Non soltanto cammini, per esplorare l’Italia dimenticandosi del tempo che scorre una valida alternativa è il cicloturismo. Da nord a sud, dalle Alpi al mare senza dimenticarsi di passare per la pianura, le ciclovie italiane sono tante e permettono di riscoprire il nostro territorio muovendosi lentamente, respirando a pieni polmoni tutto il bello che ci circonda.

È facile pensare che le piste ciclabili a lunga percorrenza siano una prerogativa di ciclisti incalliti o atleti appassionati, in realtà, grazie a dislivelli minimi, percorsi ben segnalati e possibilità di riprendere e interrompere la via in qualsiasi momento (magari lasciandosi trasportare dal treno quando si è più stanchi) un viaggio in sella alla biciletta è adatto a tutti i livelli di preparazione atletica, basta trovare la propria andatura.

Ecco perché il nostro nuovo episodio dei Sustainable Diaries è dedicato a 11 delle migliori piste ciclabili a lunga percorrenza in Italia.

1. Ciclopista del Sole, 3.000 km totali

L’impresa che ogni amante della bici prima o poi vuole compiere nella vita: attraversare l’Italia per intero. Ed è proprio ciò che si propone di fare la Ciclopista del Sole, con un percorso che parte dal Brennero fino ad arrivare in Sicilia. Composta da tratti di pista ciclabile, greenway e strade vere e proprie, la Ciclovia del Sole fa parte del più ampio circuito di Eurovelo, l’ambizioso progetto di collegare l’Europa tutta con una rete ciclabile, per un totale di 70.000 km e 42 paesi. Fra i tratti più suggestivi sicuramente la Mirandola-Bologna, un percorso di recente completamento, fra ponti di metallo e piccole stazioni abbandonate che segue il tratto dell’antica ferrovia fra Bologna e Verona.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ciclovia del Sole (@cicloviadelsole)

2. Ciclovia Adriatica, 1.300 km totali

La Ciclovia Adriatica, come suggerisce il nome stesso, percorre per intero la costa adriatica italiana, dal Friuli-Venezia Giulia alla Puglia. Un percorso vista mare per pedalare sentendo il sale sulla pelle. Non tutta la ciclopista è attrezzata adeguatamente, molte sono ancora le piste ciclabili in costruzione o solo in progetto. Una delle regioni con una percorrenza particolarmente piacevole è l’Abruzzo. In particolare, il tratto da Pescara a Martinsicuro, dove a susseguirsi sono piste ciclabili, piccoli tratti sterrati e incantevoli passaggi nella pineta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Visit Ortona (@visitortona)

3. Ciclovia del Po, 600 km totali

C’è che la ama, c’è chi la odia, in ogni caso la Pianura Padana presenta paesaggi naturali e siti d’interesse culturale che lasciano senza parole. La Ciclovia del Po la percorre per intero, dolcemente, da Torino a Venezia. Tra pioppi, salici e campi di riso, il percorso si snoda fra piccoli e pittoreschi borghi, come Carmagnola o San Zenone, e fa tappa nelle città della pianura. Piacenza, Pavia, Cremona, Ferrara, non sono certo le prime mete che ci vengono in mente quando pensiamo alla pianura padana, eppure sono ricche di bellezze da scoprire, senza fretta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raffaella Losio (@losioraffaella)

4. Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, 500 km totali

Siamo nel sud Italia ma lontano dalla costa, un paesaggio unico e affascinante ancora sconosciuto al turismo di massa. La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese attraversa l’entroterra di tre regioni, Campania, Basilicata e Puglia, e si snoda seguendo due dei canali principali dell’acquedotto. La ciclovia non si presenta soltanto come un itinerario naturalistico, si propone anche l’obiettivo di valorizzare queste zone del meridione e di proporre una mobilità sostenibile. Il percorso termina nella celebre Santa Maria di Leuca, attraversando Alta Murgia ed entroterra salentino, e collegando fra loro zone più note come Alberobello o Castel del Monte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da andreaborghi (@ilbiondo57)

5. Ciclovia Tirrenica, 668 km totali

Una via che da Ventimiglia percorre tutta la costa tirrenica fino ad arrivare a Roma. Un’altra ciclovia vista mare, un percorso senza difficoltà tecniche e in piano, adatto quindi a ciclisti professionisti o amatoriali. Uno dei tratti più suggestivi è sicuramente il ponte sull’Ombrone, che collega Grosseto al meraviglioso Parco della Maremma.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Regione Toscana (@regionetoscana)

6. Ciclovia AIDA (Alta Italia da Attraversare), 900 km totali

Un percorso che risponde sia a fini di cicloturismo che a fini di mobilità locale, la Ciclovia AIDA parte dal passo del Moncenisio, che collega la Francia all’Italia, e arriva fino a Udine. Da ovest a est, l’AIDA è una delle piste ciclabili ad alta percorrenza che collega fra loro anche grandi città, come Torino, Milano, Venezia, accompagnando quindi all’interesse naturalistico del percorso anche un certo interesse artistico e culturale. Tra le tappe, la Verona-Padova è una delle più belle. Segue il corso del fiume Adige, attraversando vigne, valli, per poi lasciare il passo, all’altezza di Vicenza, al fiume Bacchiglione. L’arrivo a Padova poi è una festa, una delle città più antiche d’Italia, ricchissima di arte e cultura.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da storvandre (@storvandre)

7. Ciclovia dei Borbone, 340 km totali

Italia coast to coast. Dal 2010 è possibile grazie a un percorso ciclabile che collega Bari a Napoli, il mare Adriatico con il mar Tirreno. Questa volta non si tratta di un percorso adatto a tutti i livelli, infatti, a causa dei numerosi dislivelli, alcuni tratti risultano particolarmente ostici, viene quindi consigliato per chi è più allenato. Abbandonando il percorso principale, che può risultare particolarmente traffico, troviamo una via alternativa che passa per Matera. Questa variante del percorso è molto suggestiva, mentre pedali ricordati di alzare gli occhi al cielo, per poter scorgere i falchi che sorvolano un paesaggio che sembra essere uscito dal far west.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da YUPEI TIAN (@alessiatian)

8. Ciclovia Alpe Adria Radweg, 400 km totali

Nel 2015 si aggiudica il premio come “Miglior ciclabile dell’anno”, la Ciclovia Alpe Adria Radweg è una delle piste ciclabili ad alta percorrenza più spettacolari del nostro territorio. Grazie alla diversità del paesaggio e dei centri abitati che si incontrano lungo la via, questo percorso continuerà a stupirti pedalata dopo pedalata. Da Salisburgo a Grado, dalle alpi al mare, costeggiando il fiume Gal e senza dimenticare di fare tappa nell’incantevole Udine.

9. Lunga Via delle Dolomiti, 60 km totali

Una pista ciclabile nel cuore delle dolomiti. La partenza è a Calalzo di Cadore, in Veneto, e arriva fino a Dobbiaco in Trentino-Alto Adige, uno dei comuni delle “Tre cime” di Lavaredo. Il primo tratto, di ca. 45 km, sale costantemente, è quindi richiesto un buon livello di preparazione atletica. Gli ultimi km invece sono dolci e in discesa, su sterrato o su pista ciclabile. Da non perdere il Lago di Mosigo, un piccolo gioiello incastonato nelle Dolomiti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica (@fede.33100)

10. Ciclovia Claudia Augusta, 370 km totali

La Via Claudia Augusta, di cui abbiamo già parlato nel nostro articolo sui cammini più amati in Italia, oltre che da camminatori e camminatrici è molto gettonato anche da chi ama andare in bicicletta. Spesso descritta come una delle piste ciclabili del valico alpino di più agevole percorrenza, lungo la Ciclovia Claudia Augusta sono disponibili degli shuttle per superare i valici alpini ed evitare i tratti più faticosi. L’ottima organizzazione del percorso ne fa una meta adatta a chiunque, basta un po’ di spirito d’avventura. Dal Tirolo fino a Ostiglia sul Po’, con tappa obbligatoria a Merano, questa via non smetterà mai di stupirti.

11. Ciclovia della Sardegna, 1440 km totali

La Sardegna, con le sue spiagge paradisiache, i siti culturali e le tradizioni centenarie, è una delle isole più amate d’Europa. La Ciclovia della Sardegna è un viaggio unico, a ritmo di pedalata, tra la costa e l’entroterra sardo, da nord a sud dell’isola, passando per le città principali e per piccoli paesi che sembrano sospesi nel tempo. Il percorso non lascia escluso quasi nulla: siti artistici culturali, itinerari storici, paesaggi mozzafiato, aree naturali protette, ce n’è davvero per tutti i gusti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Leoš Korbel (@leos_korbel)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close