Close
Cosa fare a Bruges: 10 consigli per il tuo prossimo viaggio

Cosa fare a Bruges: 10 consigli per il tuo prossimo viaggio

Dal campanile del Grote Markt ai caratteristici canali, fino ad arrivare alla deliziosa gastronomia, Musement condivide 10 cose da fare a Bruges da non perdere.

Bruges è una città unica, famosa in tutto il mondo per la sua bellezza e per essere la città più romantica del Belgio. Ricca di edifici storici, case caratteristiche, canali, mercati, ponti e vicoletti in cui perdersi camminando per ore.

Stai organizzando il tuo primo viaggio a Bruges? Oppure sei in cerca di nuove ispirazioni? Continua a leggere per scoprire 10 cose da fare a Bruges durante la tua prossima visita.

1. I canali di Bruges

I canali che attraversano il centro storico sono il simbolo della città. È proprio grazie a loro, che prendono il nome dal fiume Reie che un tempo scorreva attraverso la città, che Bruges ha conquistato il titolo di Venezia del Nord. Una rilassata crociera sul canale è il modo migliore per godersi il pittoresco paesaggio urbano e farsi una prima (ottima!) impressione della città. Sei alla ricerca del posto per scattare la foto perfetta? Dirigiti al ponte di pietra Perdenbrug che attraversa il canale Groenerei. Probabilmente il posto più romantico di tutta la città.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Taqi Al-Lawati (@taqi.allawati)

2. Il campanile di Bruges

Il Grote Markt è una vera e propria istituzione e visitarlo è una delle prime cose da fare a Bruges. Qui non soltanto potrai ammirare bellissimi edifici storici a gradini colorati, ma anche l’imponente campanile. Questa torre è stata costruita nel XIII secolo ed è alta circa ottantatré metri. Salendo le scale della torre si può godere di una bellissima vista panoramica. Ma anche rimanendo a terra la vista su questo monumento, Patrimonio dell’Umanità, vale sicuramente la pena.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Katrien Dujardin (@travel_kate74)

3. Basilica del Santo Sangue

La Basilica del Santo Sangue si trova in piazza Burg. Questo edificio è composto da due cappelle, la gotica Cappella di San Basilio e la più piccola e romanica Cappella di Sant’Ivo. Quest’ultima è l’unica testimonianza di edificio religioso in stile romanico ad oggi conservata nelle Fiandre occidentali. Nella Cappella di San Basilio si troverebbe una reliquia del Santo Sangue di Gesù Cristo, portata dalla Terra Santa nelle Fiandre da Teodorico di Alsazia. A causa dell’importanza della reliquia, entrambe le cappelle sono state riconosciute come basilica nel 1923.

4. La Madonna con Bambino di Michelangelo

Questa scultura di Maria con il bambin Gesù è l’unica opera di Michelangelo a lasciare l’Italia mentre l’artista era ancora in vita. La scultura si trova nella Chiesa di Nostra Signora a Bruges. Jan e Alexander Mouscron, due mercanti di stoffe di Bruges, acquistarono la statua nel 1506 a Lucca. Fu poi portata a Bruges dove la si può ammirare ancora oggi. A colpire maggiormente è l’espressione preoccupata, magistralmente modellata nel marmo, sul viso di Maria.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Matteo Doninside (@doninside)

5. Ospedale di San Giovanni (Sint-Janshospitaal)

Il Sint-Janshospitaal risale al XII secolo, uno degli ospedali più antichi del continente europeo. È anche uno dei monumenti più antichi di Bruges stessa. L’ospedale ha una grande vocazione che ha mantenuto nel corso dei secoli: ospitare e curare pellegrini, malati e indigenti. Oggi è possibile visitare il museo nella parte vecchia dell’ospedale, dove si può scoprire di più della storia dell’edificio e delle cure che qui venivano fornite. La farmacia del XVII secolo, l’orto e l’arte del posto completano la visita.

6. Beghinaggio di Bruges

Se sei alla ricerca di pace e tranquillità, il nostro consiglio è di visitare il beghinaggio del 1245. Il complesso del beghinaggio, con il giardino del monastero, si trova a Minnewater Park, circondato da case bianche risalenti al XVI e al XVIII secolo. Inizialmente residenza delle cosiddette “beghine”, religiose appartenenti ad associazioni non ufficiali della Chiesa Cattolica, oggi ospita le suore dell’Ordine di San Benedetto. Durante la visita è possibile esplorare una delle case e noi ti consigliamo anche di fare una bella passeggiata nel parco ammirando le facciate degli edifici.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Githa Van Gorp (@githa_van_gorp)

7. Groeningemuseum

Per chi ama l’arte, tappa obbligatoria è il Museo Municipale di Belle Arti di Bruges, anche conosciuto come Museo Groeninge. Qui si possono ritrovare sei secoli di pittura belga e fiamminga, con opere risalenti dal tardo medioevo al XX secolo. Questa vasta collezione comprende opere dai primitivi fiamminghi all’espressionismo fiammingo, fino ad arrivare alla pittura del dopoguerra.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Sofia Carreira-Wham (@artlife_london)

8. Cibo e bevande

Una lista sulle cose da fare a Bruges non poteva non includere un assaggio della deliziosa gastronomia belga. Da cocktail bar alla moda a terrazze accoglienti, caffetterie e deliziosi ristoranti, l’offerta di Bruges è così ampia da farti immergere completamente nella cultura culinaria del posto.

Vuoi unire prelibatezze e cultura? Partecipa a un laboratorio al museo Choco-Story, non c’è modo migliore per capire come mai il cioccolato belga sia così popolare. Oppure scopri di più sulle famose patatine fritte al Frietmuseum.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ingrid Joosten (@amazingcitytrips)

9. I mulini a vento

Nel XIII secolo c’erano non meno di ventitré mulini a vento attivi sulle mura protettive della città. Oggi ce ne sono ancora quattro nelle strade di Bruges. Il Sint-Janshuismolen, che risale al 1770, è l’unico mulino che si può visitare e che continua a macinare il grano dopo secoli. I mugnai ti porteranno in un incredibile tour nel passato, per scoprire di più sulla storia del mulino e della loro professione. Se poi avrai un po’ di fortuna, il vento sarà abbastanza forte da vedere il mulino in azione.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Cinzia Gombia (@cinziagombia)

10. La zona di Brugse Vesten

I mulini si trovano a Brugse Vesten. Si tratta di una cintura verde urbana composta da ventisei ettari di terreno, centinaia di alberi, una comoda pista ciclabile e ampi prati. Qui si può passeggiare o andare in bicicletta ammirando i mulini, il porto turistico e le quattro porte medievali della città. C’è anche molto spazio per rilassarsi sull’erba e magari fare un picnic. È il posto perfetto per concludere una giornata intensa a Bruges.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Katrien Dujardin (@travel_kate74)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close