Close
Cosa vedere a Firenze: 14 luoghi per esplorare la città

Cosa vedere a Firenze: 14 luoghi per esplorare la città

Scopriamo insieme cosa vedere a Firenze per conoscere la città più autentica, attraverso i luoghi più amati e quelli meno conosciuti.

La Culla del Rinascimento è presa d’assalto ogni giorno di milioni di visitatori. Firenze custodisce i tesori più preziosi della cultura italiana, dell’arte, della storia della letteratura e pure del costume, se pensiamo alle eccellenze della moda e della pelletteria che sono nate in città.
Ecco una lista (naturalmente non esaustiva) con qualche spunto per scoprire la Firenze tra grandi classici e luoghi che non ti aspetti.

1. Galleria degli Uffizi

La Galleria degli Uffizi è un classico senza tempo. Per visitarla tutta ci vorrebbe un giorno intero e forse non basterebbe neppure. Con qualche accorgimento si può ottimizzare al meglio la visita e perdersi nella Venere del Botticelli senza preoccupazioni.

In cima alla lista per chi non ci è mai stato e per chi ne ha già ammirato le opere.

View this post on Instagram

⚜️

A post shared by Mario Marino Ⓜ️Ⓜ️ (@marioomarino) on

2. Cimitero degli Inglesi

Quando venne fatto costruire nel 1828, questo cimitero si trovava al di fuori delle mura della città, proprio in quanto cimitero acattolico. Oltre alle bellissime statue che si possono ammirare (e pure disegnare, se i maestri fiorentini visti nei musei ti hanno ispirato), si può rendere omaggio alle tombe di grandi nomi del passato: personaggi illustri sono sepolti qui, come Giovan Pietro Vieusseux, e gli ultimi discendenti di Shakespeare.

3. Ponte Vecchio

Casa delle oreficerie più antiche della città, Ponte Vecchio offre una meravigliosa vista sull’Arno e sulla città di Firenze. Il Ponte, rimaneggiato più volte nel corso dei millenni, è forse uno dei più famosi al mondo.

4. Officina Profumo Farmaceutica

L’olfatto è forse il più affascinante dei cinque sensi, e spesso i luoghi di cui custodiamo un ricordo sono associati a un odore particolare e unico. L’arte del profumo è altrettanto affascinante e nel cuore di Firenze è possibile scoprirla visitando l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella. Venne fondata dai frati domenicani che iniziarono la produzione di acque odorose nel 1381 e che nel 1533 crearono un profumo per Caterina de’ Medici in persona.

Il punto vendita storico rappresenta un punto di interesse artistico e storico incredibile e merita una visita anche solo per ammirare le antiche sale della spezieria, oltre che per portare a casa un pezzo del profumo di Firenze.

View this post on Instagram

I love this place so so much

A post shared by Marie-Joelle Parent (@mariejoelleparent) on

5. Palazzo Pitti

Non lontano da Ponte Vecchio, Palazzo Pitti è un altro simbolo della città e della sua storia. Voluto dal banchiere Luca Pitti, fu poi venduto alla famiglia dei Medici e successivamente divenne residenza dei Granduchi di Toscana. Nel breve periodo in cui Firenze fu capitale del Regno d’Italia, il palazzo fu scelto dai monarchi come Palazzo Reale.

Sede di diversi musei, dalla Galleria Palatina agli Appartamenti Reali, passando dalla Galleria di Arte Moderna e dal Museo della Moda e del Costume, senza dimenticare il Tesoro dei Granduchi. Un concentrato di storia e cultura della città.

6. Chiesa Di Altri Culti Evangelica Luterana

Dopo aver visitato le tante, meravigliose chiese cattoliche di Firenze, la Chiesa Di Altri Culti Evangelica Luterana sul Lungarno Torrigiani può essere una bella variazione sul tema. Sarà interessante confrontare la sua facciata neo-medievale e semplicità dei suoi interni con gli elementi delle chiese viste nel resto della città.

7. Duomo e la magnifica Cupola del Brunelleschi

Il Duomo di Firenze, il cui vero nome è Cattedrale metropolitana di Santa Maria del Fiore, è la terza chiesa per grandezza in Europa, dietro solo a San Pietro a Roma e St. Paul a Londra.

Gioiello dell’arte e dell’architettura rinascimentale, il Duomo di Firenze è un esempio perfetto dell’ingegno dei maestri del suo tempo. Costruito in circa 140 anni, ma rimaneggiato nel corso dei secoli, presenta oggi la struttura tipica con la maestosa cupola del Brunelleschi; visitabile in tutta la sua bellezza.

8. Museo Bardini

Una casa museo contraddistinta dal gusto eclettico del suo fondatore. Pareti blu oltremare, pregiati soffitti a cassettoni e una collezione che comprende più di 3600 opere, tra pitture, sculture, armature, strumenti musicali, ceramiche, monete, medaglie e mobili antichi che attraversano i secoli. Il museo ospita spesso anche mostre interessanti di fotografia e arte contemporanea.

9. Il Giardino di Boboli

Inizialmente voluto come giardino granducale per Palazzo Pitti è diventato nel corso dei secoli un vero e proprio museo a cielo aperto. Oltre al giardino all’italiana famoso in tutto il mondo, il Giardino di Boboli presenta un numero elevato di sculture, soluzioni architettoniche, fontane e viali che ne fanno un elemento unico in Italia.

10. Gli antiquari di Santo Spirito

Parlando di mobili antichi, il quartiere di Santo Spirito, uno dei quartieri più bohémien della città nonché uno dei più autentici, è costellato di piccole botteghe antiquarie dove trovare tesori unici e di grande valore da portare a casa.

View this post on Instagram

via maffia aka home

A post shared by Eric Petruzzo (@ericpzzo) on

11. Piazza della Signoria

Il centro culturale e politico della città fin dal primo medioevo con Palazzo Vecchio e la sua torre tipica, la Loggia dei Lanzi e il David di Michelangelo a guardarti. Lo sappiamo, la riproduzione del David, l’originale infatti è ben custodito alla Galleria dell’Accademia assieme ad altre opere da non perdere assolutamente.

12. Giardino dell’Orticoltura

Se il Giardino di Boboli ti lasciato a bocca aperta e con il desiderio di perderti tra i filari di un altro meraviglioso giardino, allora devi fare un salto al Giardino dell’Orticoltura. Nacque come orto sperimentale durante la metà dell’Ottocento e divenne in seguito uno spazio per ospitare mostre prestigiose ed esposizioni internazionali.

Sono diversi i punti di interesse al suo interno: c’è un drago colorato che ricorda quello di Parc Guell a Barcellona, c’è il Giardino dei Giusti che fa da specchio a quello di Gerusalemme, e c’è una grande, stupenda, strabiliante serra di acciaio e cristallo dove potrai vedere piante esotiche e fare un viaggio nel tempo indietro di qualche secolo.

13. Perdersi nel centro storico

Non c’è niente di meglio per scoprire una città che perdersi nei suoi vicoletti. Potresti svoltare l’angolo e trovare la dimora di un artista che ha fatto la storia, passeggiare sulla stessa strada percorsa da Leonardo o imbatterti in una locanda antica.

14. I ristoranti

Nessun viaggio è completo senza una buona dose di cucina locale. Qui troverai i nostri ristoranti preferiti di Firenze, adatti a tutti i gusti e a tutte le esigenze.

Se non sei ancora soddisfatto o se hai altro tempo a disposizione e vuoi approfittarne per visitare anche altri luoghi meno conosciuti, abbiamo tutto quello che fa per te tra gite fuori porta, luoghi nascosti da riscoprire o cose da fare con i più piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close